7 cose da sapere su Los Angeles prima di partire con un bambino

7 cose da sapere su Los Angeles prima di partire con un bambino

Elencare tutte le cose da sapere su Los Angeles è veramente complicato…soprattutto perché questa città non finisci mai di capirla ma le 10 cose che ti ho elencato sono quelle veramente importanti che devi assolutamente tenere a mente se viaggi con dei bambini.

1. Quando visitare Los Angeles

Non è vero che a Los Angeles c’è sole tutto l’anno né che si sta bene ogni mese. Chi conosce bene questa città sa che bisogna fare particolarmente attenzione al mese in cui si decide di partire.

I medi migliori per stare in spiaggia sono sicuramente luglio ed agosto ma nelle zone interne rischi di soffrire veramente troppo il caldo edi respirare male per via del forte inquinamento.

La sera, anche in estate, la temperatura è fresca quindi ricorda di portare un giacchetto per te ed il tuo bambino.

Nel periodo che va da gennaio a marzo rischi di trovare pioggia. Evita anche il mese di giugno se non vuoi imbatterti nel June Gloom. La città viene avvolta in una fitta coltre di nebbia che può durare per settimane.

cose da sapere su Los Angeles

2. Inquinamento delle acque

Evita di fare il bagno i 3 giorni successivi a delle giornate di pioggia. La sporcizia delle aree urbane si riversa nell’oceano e viene proclamato il divieto di balneazione. Non sempre è indicato perché chi vive lì lo sa… quindi presta attenzione a questa cosa.

cose da sapere su Los Angeles

3. Automobilisti e traffico

Una delle piaghe di questa città è proprio il traffico. Evita in tutti i modi di usare l’auto dalle 7 alle 9, dalle 16 alle 19 e la domenica pomeriggio. Non sottovalutare mai le distanze… per andare da una parte all’altra della city puoi impiegarci anche 4 ore.

Inoltre, come se il traffico non fosse sufficiente, gli automobilisti in questa città posso rivelarsi aggressivi e scortesi. Non cercare mai lo scontro né tanto meno discutere in strada. Mantieni sempre la calma e, se la situazione dovesse degenerare, chiuditi in auto.

cose da sapere su Los Angeles

4. Cose importanti da sapere su Los Angeles: consumo di alcolici in pubblico

Hai presente i sacchetti di carta con dentro la birra che si vede nei film americani? Ecco… sappi che in America è assolutamente vietato bere alcolici in pubblico quindi se ti venisse voglia di una birra fresca in spiaggia mentre il tuo bimbo fa il sonnellino…fatti passare la voglia. Incorri in multe salate e, se in presenza di poliziotti molto zelanti, rischi di essere trascinata in commissariato.

5. Carte di credito

Usa le carte di credito per pagare… qui quasi nessuno usa più i contanti. Puoi pagare con la carta anche una spesa da 1 dollaro. A differenza che in Italia, nessuno ti dirà nulla. Questo ti permette di vivere più serenamente la vacanza senza l’ansia di dover portare con te troppi soldi.

cose da sapere su Los Angeles

6. Assistenza medica

Prima di partire devi assicurarti di essere coperta in caso di problemi di salute. Contatta la tua assicurazione sanitaria o fanne una per il viaggio. Se è un’opzione non inclusa nel tuo pacchetto di viaggio, accertati di includerla. Chiedi anche al servizio clienti della tua carta di credito, l’assicurazione sanitaria dell’American Express Platino è tra le migliori al mondo ed è inclusa del costo annuale. Negli Stati Uniti non si scherza, la sanità è a pagamento e il conto è veramente molto salato.

Se però, nella tua incoscienza, hai deciso comunque di partire senza assicurazione sanitaria ed hai bisogno di un medico, puoi andare presso una clinica sovvenzionata da qualche fondazione oppure presso una clinica “urgent care”. Non sarà piacevole la compagnia in sala d’attesa… senza tetto e tossici popolano questo genere di cliniche ma, come dire… te la sei cercata.

 

7. Dove alloggiare

Se non sai dove alloggiare ti consiglio di scegliere in base al tipo di vacanza che vuoi fare.

Santa Monica è il quartiere sulla costa con la maggior affluenza di turisti, Beverly Hills è sicuramente la zona migliore se vuoi un quartiere tranquillo ma che risponda ad ogni bisogno. Se vuoi cultura ed architettura allora ti consiglio di optare per Pasadena , anche con i bambini, non vuoi rinunciare alla vita mondana, scegli West Hollywood e Hollywood.

 

 

 

Scopri anche cosa sapere su Bogotá  se viaggi con un bambino.

 

 

 

5 cose da sapere su Bogotà con bambini

cosa sapere su bogotà

Se decidi di visitare Bogotà con bambini allora è assolutamente fondamentale che tu legga questo mio articolo.

Bogotá è una città molto particolare e necessita una preparazione…non solo fisica ma anche psicologica. A differenza delle altre città sudamericane, questa città nasconde piccoli segreti che è bene tu conosca. Qui il sito ufficiale della città.

1 Bogotá è divisa in estratti

Questa città è divisa in estratti quindi è fondamentale, nel momento in cui scegli l’hotel, capire in che zona alloggerai soprattutto se visiterai Bogotá con bambini.

Gli estratti non sono altro che una chiara e lineare classificazione sociale espressa in quartieri (e non solo). Capire come ragionano i cittadini ti sarà utile per muoverti bene. Ho scritto un articolo dove spiego nel dettaglio come sono organizzati questi estratti: lo trovi qui. Leggilo, è importante!

2 bambini nei locali

I bambini dopo il tramonto non possono entrare nei locali. Inutile insistere perché non fanno eccezioni. Se vuoi passare una serata carina e bere qualcosa dopo cena, assicurati che tu possa restare con tuo figlio perché verrai INVITATA A LASCIARE IL LOCALE.

3 Geografia di Bogotà

Bogotà è una città a 2700 mt sul livello del mare e già questo ti fa capire come l’aria sia rarefatta. In più è molto inquinata quindi se te o tuo figlio soffrite di asma, assicurati di avere SEMPRE a portata di mano il farmaco. Questa altitudine la rende anche diversa dalle altre città colombiane quindi porta sempre con te un giubbotto. La temperatura è tra i 16° e i 20°. Se c’è il sole si alza ma la sera fa sempre fresco. Se visiti Bogotá con bambini tieni a mente questo punto.

4 Fare la spesa

Se devi acquistare alimenti al supermercato di Bogotà, accertati di essere in estratto 3 o 4. I prezzi sono molto più bassi. Per ulteriori specifiche leggi qui.

Attenzione perché sarai letteralmente attratta dai meravigliosi colori della frutta. Ce ne sono alcuni da consumare con “cautela” come la Pitaya. Questo bellissimo e buonissimo frutto, conosciuto anche come frutto del drago, ha potenti poteri lassativi (e quando dico potenti non sto esagerando). In Colombia il frutto del drago è giallo e non rosso come il suo parente asiatico, il sapore è dolce. Mai mangiarne più di mezzo.

cosa sapere su bogotà
Pitaya

5 Dove portare a giocare i bambini

La maggior parte dei centri commerciali, al loro interno, hanno un piano dedicato ai bambini con piste di pattinaggio, aree sportive e mini città dove i bimbi possono divertirsi a fare tutti i lavori degli adulti.  L’entrata in questi “parchi gioco” è a pagamento ma ne vale assolutamente la pena. Sono posti curati in ogni dettaglio e le attività proposte sono fantastiche. Se ti capita una giornata piovosa quindi sai cosa fare.

cosa sapere su bogotà

 

Ora sei pronta a scoprire questa meravigliosa città… non mi resta che augurarti buon viaggio!

 

 

 

 

Bogotà ed i suoi estratti

Bogotà è una città grandissima, meravigliosa e veramente molto diversa da ciò che siamo abituati a vedere.

Bogotà

Ci si aspetta una città del Sud America come Rio de Janeiro o Buenos Aires invece ti trovi davanti una piccola Milano sudamericana.

La mia conoscenza di questa città è profonda perché per un paio di anni l’abbiamo frequentata assiduamente per motivi di lavoro. Quale altro motivo d’altronde? Bogotá non si affaccia sul mare (anzi, è a 2700 mt di altezza), né tanto meno ha il classico clima che tutti noi immaginiamo in Colombia.

La temperatura media è 16° quindi non dimenticare un giubbino e…l’ombrello.

Ma perché l’ho definita una piccola (si fa per dire… conta quasi 10 milioni di abitanti) Milano?

Perché Bogotá è il cuore pulsante del business in Colombia. Si lavora tutti i giorni a tutte le ore in qualsiasi luogo.

 

Non è raro che ti venga fissato un appuntamento di lavoro alle 7 di domenica mattina oppure in un locale notturno… lì gli accordi più importanti vengono siglati ballando la salsa o davanti una pallina da golf.

Ma Bogotá non è solo questo…

Gli estratti

Ricordi il film In Time?

La città è divisa in Anelli che rappresentano le classi sociali. Ecco, Bogotà invece degli anelli ha gli estratti.

Estratto 1 ed estratto 2 sono le zone più disagiate, più pericolose, quelle che solitamente vengono chiamate favelas. Qui non arrivano neanche i taxi o se proprio devono farlo, ti triplicano (giustamente) il compenso. In questi estratti non è assolutamente consigliato girare nè di giorno né tanto meno di notte. Non ho foto da mostrare perché non ci siamo mai stati e comunque non sarebbe stato saggio portare una macchina fotografica.

Estratto 3

È una zona popolare. Può essere paragonata a Torre Angela a Roma o Rozzano a Milano. Il centro storico di Bogotá è quasi tutto in estratto 3 ma essendo centro è sempre pieno di gente e turisti.

Bogotà

Bogotà

Estratto 4

Cominciamo a ragionare… diciamo che in estratto 4 c’è la gente “normale”.  I quartieri non sono bellissimi (anzi, direi che molto spesso sono palazzi “popolari”) e devi comunque stare attenta a girare da sola ma difficilmente è pericoloso.

Estratto 5

Qui troverai i ricchi, i figli dei ricchi che non hanno trovato un appartamento nell’estratto 6 e chi, come noi, si sarebbe dovuto trasferire lì. I palazzi sono in cortina, inseriti in un “quartiere blindato”. Ogni palazzo ha l’uscere, il portiere e la palestra. Gli appartamenti sono di almeno 250 mq e costano veramente molto (per darti una chiave di lettura, un affitto in estratto 5 parte da 3500$ americani al mese).


Estratto 6

Questo estratto meriterebbe un articolo a sé perché è veramente difficile descrivere la ricchezza di questo ceto. Parliamo di proprietari di pozzi petroliferi, di miniere di carbone o di smeraldi… Se gli estratti 5 sono blindati, nei 6 è praticamente impossibile accedere se non sei invitato. Gli appartamenti si affacciano su campi da golf (ricorda che a Bogotá il ceto sociale non si esterna con Rolex e Ferrari ma con l’iscrizione al circolo del Golf più prestigioso). Questi quartieri sono molto verdi ed hanno tanti parchi ben curati e con giostre per bambini.

 

Curiosità su Bogotà ed i suoi estratti

 

  Bogotà Bogotà

1: Difficilmente gli estratti 5 e 6 frequentano persone di estratti inferiori se non per ragioni lavorative. Il fratello della nostra socia in affari, un uomo di estratto 6 ha messo in cinta una donna di estratto 3. Il bambino viene “tollerato” e considerato “DIVERSO DA NOI”.

2: I prezzi dei prodotti alimentari che trovi al supermercato di Bogotà variano in base all’estratto in cui si trova il negozio (a volte triplicano) ma nessuno dell’estratto 5 o 6 si sognerebbe di andare in un estratto più basso a fare la spesa. Non che vadano loro a farla ma anche tra la schiavitù, oooops scusate, intendevo dire la servitù c’è una linea distintiva tra estratti. Se non hai mai visto una donna delle pulizie fare la snob con un’altra donna delle pulizie solo perché lavora in un’estratto diverso ti assicuro che dopo i primi 5 minuti di sconcerto, lo troverai divertente.

3: A Bogotà tutti i bambini giocano a golf. Ma infondo, come ho già detto, i club in cui sei iscritto segna una linea non troppo sottile tra te ed i poveri. Per darti un’idea dei costi di un club di golf relativamente importante ma fuori città (quindi non frequentato da estratto 6) il costo mensile per accedere ai campi ed ai servizi è di circa 1000$ al mese più il costo dei pranzi. Ovviamente per diventare socio devi pagare una quota che si aggira intorno ai 100 mila dollari. E ribadisco… stiamo parlando di un Club fuori città.

 Bogotà

 

Ci sarebbe ancora molto da dire su Bogotá ma preferisco farlo in altri articoli.

Quello che posso aggiungere però è che questa città ti rimane nel cuore anche se noi italiani non l’abbiamo mai considerata molto come meta turistica.

 

 

 

New York in inverno: 10 cose da mettere in valigia

New York in inverno è uno spettacolo unico… ma per riuscire a godere a pieno la tua vacanza devi essere certo di non soffrire il freddo perché la temperatura può essere veramente impietosa.

C’è sempre molto vento che amplifica la percezione quando si passa tra un grattacielo ed un altro quindi è fondamentale preparare una valigia perfetta.

L’abbigliamento ideale è sicuramente quello a strati perchè se all’esterno fa molto freddo, all’interno dei locali avrai bisogno di spogliarti.

Indumenti per tutta la famiglia che non devono mancare in valigia:

  • Sciarpa
  • Cappello
  • Guanti
  • Maglioni
  • Piumino
  • Scarpe comode e calde
  • Calzini da neve o calzamaglia di lana
  • Maglia termica (quella che indossi sotto la tuta da sci)
  • K-way per tutti
  • Occhiali da sole

Consigli per la mamma che va a New York in inverno:

New York ti farà impazzire… negozi fantastici ovunque. La sera i locali richiedono un abbigliamento meno “montano”. A New York in inverno vedrai donne con scarpe aperte senza calze (non chiedermi come fanno, dopo 17 volte nella Grande Mela ancora non l’ho capito) quindi porta anche qualcosa di carino ma segui piccoli accorgimenti che ti renderanno la vita più facile. Ricorda di portare una borsa comoda e grande dove potrai mettere le scarpe comode quando arriverai nei locali e vorrai cambiarti (non preoccuparti, lo fanno tutte) ed il maglione che avrai indossato sopra l’abito o la maglietta carina.

 

Consigli per i bambini:

Non fare l’errore di non portare il passeggino se tuo figlio ha meno di 4 anni. A New York si cammina molto. L’abbigliamento a strati è obbligatorio per i bimbi. Per loro ristoranti e bar sono veramente molto caldi, vedrai bimbi solo con una maglia anche se fuori ci sono -12 gradi.

Prediligi scarponcini caldi a modelli alla moda. Porta maglie di lana e calzamaglie di lana (anche per i maschietti). Non scordare un cappello ed una felpa in Pile.

Qui trovi i migliori ristoranti per famiglie, qui i posti adatti ai bimbi. Abbiamo preparato anche una lista di numeri utili nel caso ne avessi bisogno. Se invece devi ancora organizzare il viaggio, qui trovi tutto ciò che devi fare prima di partire.

 

 

 

New York con un bambino: 3 luoghi dove portarlo

 

New York con un bambino si o no?

New York

Decidere di visitare la Grande Mela con un bimbo piccolo potrebbe non essere una grande idea se non sai bene cosa fare per goderti la città senza lo stress quotidiano di una delle città più caotiche del mondo.

 

Read in English

 

 

Dopo averti indicato i migliori ristoranti di New York dove andare con un bambino e tutti i numeri utili di New York in caso di bisogno, oggi ti aiutiamo a cercare 3 oasi di pace per passeggiare con il tuo bambino.

New York la devi girare a piedi (o in bici come abbiamo fatto noi) perché passeggiare tra i mille grattacieli è una delle esperienze più belle che tu possa provare. Vedrai con i tuoi occhi tombini da dove esce fumo, taxi e ciclisti impazziti che sfrecciano sulle strade, gente che attraversa a velocità lampo la città ad ogni ora del giorno e della notte.

Odori, colori, centinaia di lingue diverse di sottofondo ma (ebbene si c’è un ma. Ovviamente) se tuo figlio ha meno di 10 anni, potrebbe stancarsi o annoiarsi molto presto trasformando in un incubo la tua giornata.

Ecco perché nelle nostre 17 visite a questa meravigliosa metropoli, abbiamo stilato una lista di “zone kidsfriendly” per far si che il tuo viaggio a New York con un bambino sia divertente per tutta la famiglia.

Central Park

Cosa se non il cuore di Manhattan per iniziare la nostra lista? Central Park non è solo un parco di 340 ettari che si estende dalla 59a Street alla 110a Av, ma una vera e propria istituzione per i Newyorkesi. Qui ci vanno veramente tutti, dall’attore di Hollywood alla famiglia per festeggiare il compleanno dei bambini, agli sportivi, alle coppie.

Non esistono razze, ceto sociale, età e religione che tenga…

Potrai ascoltare un concerto a Great Lawn, scoprire le 270 specie di uccelli migratori che popolano Ramble, un bosco con ruscelli e mille sentieri.

Se, invece, vuoi vedere una gara di modellini di barca puoi andare al Conservatory Water (ci sono in totale 5 laghi).

Presso la statua di Hans Christian Andersen, in estate vengono lette favole, creati laboratori sulla natura e le immancabili marionette.

Tutto condito da scoiattoli che saltano da un ramo ad un altro.

High Line

Capisco se rimani scettico della nostra scelta ma qui ci devi proprio andare! La High Line è la linea ferroviaria sopraelevata dismessa di West Side.

La zona ovviamente è stata riqualificata ed oggi è anche la passeggiata più “modaiola” di New York. Potrai visitare bancarelle di ogni tipo e meravigliarti delle opere d’arte di tantissimi artisti.

Tuo figlio poi… quando saprà che era una ferrovia, inizierà a correre e cercare vecchi treni.

 

Bronx Zoo

Se sei a New York con un bambino come non visitare lo zoo?

In questo centenario parco, il più grande degli USA, potrai ammirare la Congo Gorilla Forest ammirando animali e ruscelli attraverso un tunnel di vetro; se il tuo bambino è un fan di Dracula, amerà il padiglione World of Darkness dove vivono centinaia di pipistrelli.

Un must è sicuramente visitare la “Wild Asia”a bordo di una monorotaia ma ciò che tuo figlio amerà di più sarà lo “Zoo dei Bambini”, un’area giochi educativa, dove sono presenti animali domestici che possono essere avvicinati dai bambini ed animali selvatici.

Sostieni il nostro blog e prenota il tuo soggiorno a New York dal nostro Box Booking.com

Booking.com

 

Ecco alcune delle nostre foto

Dove mangiare a Miami con un bambino

 “Dove mangiare a Miami con un bambino?” è la prima cosa che ti sarai chiesta.

È la stessa cosa che ci siamo chiesto noi perché lo sappiamo tutti, negli USA puoi mangiare qualsiasi cosa vuoi ma di rado trovi un ristorante dove sei serena su ciò che mangerà tuo figlio. Gli Stati Uniti non hanno una cucina tipica quindi potrai facilmente trovare ristoranti di tutti i tipi, di contro però se vorrai mangiare qualcosa di semplice e leggero, avrai bisogno di aiuto.

Ciò che amo di più di Miami è che ogni museo, attrazione, hotel e ristorante cercherà in tutti i modi di anticipare ogni tuo bisogno e, fatta eccezione di alcuni quartieri o locali, in ogni luogo avrai la possibilità di scegliere ciò che più ti piace. I ristoranti sono sempre provvisti di menu bambino, matite colorate e fasciatoi e tutti saranno gentili e chiuderanno un occhio se tuo figlio farà qualche pasticcio.

mangiare a Miami

Se sei in giro per Miami Beach ed hai fame ma vuoi andare in un posto dove non vanno i turisti, allora devi assolutamente entrare a Puerto Sagua 700 Collins Av. È un ristorante gestito da Cubani dove troverai cibi espressi e qualsiasi tipo di colazione. Sappi che le porzioni sono veramente molto grandi quindi attenzione a non esagerare.

 

Dove mangiare a Miami con un bambino se vuoi qualcosa di esotico ma assolutamente delizioso?

Tap Tap 8195th St è un ristorante haitiano. In questo locale c’è un grandissimo murales di Papa Legba, guardiano dei morti e mille colori che ti faranno sentire nel cuore dei caraibi.

mangiare a Miami

Hai voglia di un ottimo Hamburger?

Allora Burger & Beer Joint 1766 Bay Rd è la meta giusta. Mangerai Hamburger gourmet e birra artigianale. Lo trovi qui

Se invece ti manca la cucin italiana troverai mille ristoranti ad ogni angolo ma noi abbiamo mangiato veramente bene da i Fratelli La Bufala 437 Washington Av. Qui potrai mangiare sia pizza napoletana che lasagne al forno cucinate da un vero cuoco italiano. I camerieri sono gentili e scherzano con i bambini.

Visto che a Miami è praticamente impossibile non trovare pesce fresco, ogni ristorante offrirà piatti favolosi ma se vuoi andare sul sicuro allora scegli Boater’s Grill 1200 S Crandon Blvd. Questo ristorante è circondato dall’acqua e sembra una casa galleggiante.

 

E visto che a volte si ha veramente l’esigenza di frutta, dove mangiare a Miami con un bambino un bel piatto di frutta? Sicuramente a Los Pinarenos Fruteria 1334 SW 8th St. Flavio ama bere la spremuta di canna da zucchero. Lo trovi qui

 

Ora non ti resta che scegliere quale ristorante visitare prima .

 

 

Scopri qui dove mangiare a New York

Scopri qui le migliori gelaterie di Roma

 

 

 

 

Divertirsi a Miami con un bambino

Visitare Miami con un bambino potrebbe non essere un’idea allettante se la paragoniamo ad Orlando ed i suoi meravigliosi parchi ma ti assicuro che anche questa splendida città offre delle fantastiche alternative che faranno divertire molto un bambino.

Miami

Miami offre parchi, zoo, percorsi naturalistici, centri commerciali e spiagge che vi garantiranno un soggiorno pieno di emozioni e divertimento. Ciò che amo di più di Miami è che ogni museo, attrazione, hotel e ristorante cercherà in tutti i modi di anticipare ogni tuo bisogno e, fatta eccezione di alcuni quartieri o locali, in ogni luogo avrai la possibilità di scegliere ciò che più ti piace. I ristoranti sono sempre provvisti di menu bambino, matite colorate e fasciatoi e tutti saranno gentili e chiuderanno un occhio se tuo figlio farà qualche pasticcio.

Purtroppo siamo capitati in una settimana piovosa e non siamo riusciti ad andare in spiaggia a prendere un po’ di sole né a fare il bagno ma sono comunque stati quattro giorni molto divertenti.

Jungle Island

Se vuoi divertirti a Miami con un bambino questo è il luogo perfetto. È sicuramente uno dei parchi più belli che Flavio abbia mai visto. Uccelli tropicali, alligatori, oranghi, serpenti e lemuri. È una vera e propria giungla artificiale dove il tuo bambino passerà una meravigliosa giornata.

 

Miami                                                 Miami

Già all’entrata potranno farsi delle foto con alligatori, serpenti e pappagalli e sarà solo l’inizio.

All’interno del parco c’è una zona pic nic dove si trovano anche animali più “docili” come tartarughe giganti e caprette a cui poter dare da mangiare.

Miami                                                   Miami

Il parco è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17 ed il biglietto costa 35$ per noi genitori e 27$ per i bambini.

Si trova a Miami Beach e noi l’abbiamo raggiunto in bicicletta. È una bella passeggiata ma ne vale la pena. Se invece credi sia più facile usare le quattro ruote allora puoi chiamare Uber. Qui trovi il sito.

 

Monkey Jungle

“Dove gli uomini sono in gabbia e le scimmie corrono libere”. Questo parco sarà un’esperienza meravigliosa e se visiti Miami con un bambino non puoi non visitare questo parco.

 

Il parco è aperto dalle 9,30 alle 17 ed il biglietto costa 30$ per gli adulti e 24$ per i bambini. Lo slogan che ho scritto è reale perché le scimmie sono libere e gli essere umani camminano in un sentiero protetto e ti assicuro che è una sensazione veramente strana. Qui trovi il sito.

 

Miami Children’s Museum

Più che un museo è una vera e propria casa gigante dei giochi. Qui Flavio ha potuto simulare moltissime attività da adulti. Si è trasformato in un vigile del fuoco, in un medico, è andato a fare la spesa, ed ha presentato il telegiornale da vero giornalista e mille altre cose.

 

Il biglietto di entrata costa solo 16$ e si trova tra South Beach e Downtown. Qui trovi il sito.

 

Altre attrazioni per bambini

Fairchild Tropical Garden il giardino botanico tropicale più grande della Florida lo trovi qui

Zoo Miami sarà una vera e propria passeggiata nella giungla e lo trovi qui  

Inoltre, rimanendo in tema di animali,  sono certa che troverai particolarmente utile questa guida dove vengono spiegati gli esercizi mentali che fanno fare agli animali dello zoo.

Matheson Hammock Park è un parco pubblico meraviglioso dove i bimbi possono nuotare in una piscina alimentata dalle acque del mare. Lo trovi qui 

 

Il modo migliore per girare Miami Beach è sicuramente la bicicletta. Miami Attraversare parchi e lungo i sentieri costieri avrai l’opportunità di conoscere profondamente le abitudini di questa città. Incontrerai altri ciclisti, pattinatori, skatebordisti e surfisti che girano tranquillamente con delle cuffie alle orecchie.

Potrai trovare facilmente un negozio che ti noleggia biciclette. Con un piccolo extra ti monteranno anche il seggiolino. Ricorda però di portare con te carta di credito e documento 😉

Nel caso tu abbia qualche giorno in più, potrebbe essere una buona idea quella di noleggiare un’auto e visitare zone limitrofe.

Regioni della Florida più adatte ai  bambini

Miami Beach

Coral Gables

Key Biscayne

Florida Keys

Everglades

Coconut Grove

 

 

Scopri anche New York ed i numeri utili da usare in caso di necessità

Lista numeri utili per New York

 

Lista numeri utili per New York

In questo articolo ti indicheremo la lista numeri utili per New York. Stampala e mettila nel portafoglio se decidi di visitare questa straordinaria metropoli.

Servizio cittadino informazioni su NY 311 Gratuito
Numero unico emergenze (polizia, pompieri, ambulanza, ecc) 911 Gratuito
Emergenze mediche (tipo la nostra guardia medica) 800 395 3400 Gratuito
Centro antiveleni 800 222 1222 Gratuito
Numeri verdi (elenco dei) 800 555 1212 Gratuito
Informazioni Turistiche (212) 484 1222
Ufficio Postale (212) 967 8585
Numero vittime del crimine (212) 577 7777
NYPD (dipartimento di polizia) (212) 560 2730
Denuncia crimini sessuali (212) 267 7273
Persone scomparse (212) 374 6913
Ufficio del turismo (212) 484 1200 Per depliant, opuscoli e info
Consolato Italiano (212) 737 9100 690, Park Avenue
New York, NY 10065
http://www.consnewyork.esteri.it/Consolato_NewYork

Numeri di telefono degli ospedali di New York

Bellevue Hospital Center (212) 562 4141 seconda linea: (212) 562 7696
462 1st Ave, New York, NY 10016, Stati Uniti
The New York Hospital (718) 670 2000 56-45 Main St, New York, NY 11355, Stati Uniti
(nel Queens)
Coler Memorial Hospital (212) 848 6000 900 Main St, New York, NY 10044, Stati Uniti
Beth Israel Medical Center (617) 667 7000 330 Brookline Ave, Boston, MA 02215, Stati Uniti
Goldwater Memorial Hospital (212) 318 8000 900 Main St, New York, NY 10044, Stati Uniti
Metropolitan Hospital (212) 423 6262 1901 1st Ave, New York, NY 10029, Stati Uniti
Gouverneur Ospedale S & TC (212) 238 7000 227 Madison Street – NY, 10002, Stati Uniti

Ricordati che se hai bisogno di assistenza medica, negli Stati Uniti avrai bisogno di un’assicurazione sanitaria che copra le spese altrimenti sarai costretto a pagare.

Per farti capire bene la situazione ti racconto cosa è successo a me a New York nel 2008:

Stavo male, avevo la febbre molto alta e una bruttissima tosse. Ad un certo punto ho deciso di andare in ospedale. Beh, sono stata in sala di attesa per più di 4 ore al freddo e senza assistenza perché in Italia era sera e non riuscivo a contattare la mia assicurazione. Quando finalmente siamo riusciti a contattare l’agente assicurativo che ci seguiva, mi hanno assistita.

Questa breve storia per farti capire che in Usa non si scherza con queste cose soprattutto se viaggi con dei bambini. Ti consiglio di leggere anche l’articolo dove ti do dei suggerimenti su come preparare un bagaglio a mano perfetto

Bagaglio a mano bambini: la lista delle 10 cose più utili in viaggio

 

I 13 migliori ristoranti a New York per famiglie

New York ristoranti per famiglie

New York: ristoranti per famiglie.

New York ristoranti per famiglie

Trovi tutte le cucine del mondo,  hai veramente l’imbarazzo della scelta e puoi spendere 3$ come 300$ a persona quindi credo possa essere utile una piccola guida che ti aiuterà a decidere dove mangiare.

I ristoranti che ti proponiamo sono “a prova di italiano”. Ci abbiamo mangiato ogni volta che abbiamo messo piede nella grande mela (17 volte circa) quindi puoi fidarti.

APERITIVI e CAFFÈ a New York

Se vuoi prendere qualcosa da bere o passare qualche ora in un ambiente piacevole per un aperitivo in uno dei locali più piacevoli di New York, devi assolutamente andare quì:

  • Peep (177 prince St)
  • Antique Garage (41 Mercer St) il nostro preferito!
  • The red lion (151 Bleecker st)
  • Ruby’s (219 mulberry st)

DOVE MANGIARE a New York

Se invece vuoi mangiare, questa di seguito è la lista di New York ristoranti per famiglie, dove puoi andare e soprattutto dove sei certo che il tuo bambino troverà qualcosa di suo gradimento perché sono tutti organizzati per ospitare i bambini ed hanno un menu studiato per loro.

  • Antique Garage (41 Mercer St) prenotare-cucina americana
  •  Pane e vino (174 Smith st.- Brooklyn) italiano
  • Diva (341 West Broadway) prenotare-internazionale
  • Omen Japanese cuisine (113 Thompson st) prenotare
  • Lupa (170 Thompson st) prenotare-italiano
  • Bar 89 (89 mercer st) cucina americana
  • Gradisca (126 West 13th st)-italiano
  • Balthazar (80 spring st)-internazionale
  • Corner Bistrò

Ovviamente abbia, deciso di indicarti i ristoranti ed i locali di New York a noi più cari. Negli anni ne abbiamo girati veramente molti ma questi sono i posti dove torniamo sempre.

Ricordati che negli Stati Uniti la “tip” è obbligatoria… la prima volta a New York siamo usciti dal ristorante senza lasciare la mancia ed il cameriere ci ha letteralmente seguiti in strada.

Cerca il tuo Hotel a New York con il nostro box e riceverai il 10% di sconto sul tuo viaggio.

 



Booking.com

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

illustrazione viaggi sogni e passione