Alla scoperta di Gerusalemme

Gerusalemme: una città family-friendly

Gerusalemme, tradizionalmente è conosciuta per la sua dimensione spirituale, ma offre, soprattutto per le famiglie, interessanti e inaspettate soluzioni.

Numerose sono infatti le alternative a portata di bambino dove imparare divertendosi non è mai stato così semplice.

Scopriamo come

Gerusalemme

The Gottesman Family Israel Aquarium

Un acquario dedicato alla conservazione delle specie marine che vivono nelle acque israeliane, dal Mar Mediterraneo al Mar Rosso fino al Mare di Galilea.

L’acquario ha aperto nell’estate del 2017 ed è diviso in 9 gallerie tematiche, molte delle quali offrono anche esperienze didattiche e attività interattive per bambini.

 

Jerusalem Biblical Zoo

Gerusalemme

E’ una struttura che si estende per ben 25 ettari e che ospita quasi 300 specie diverse.

Il parco include anche un lago artificiale e una cascata, oltre che un centro per visitatori che ricorda l’arca di Noè. La particolarità di questo zoo è che non ha gabbie: gli animali vivono in ampi spazi aperti separati dalle aree pubbliche da staccionate, fossati oppure pareti di vetro.

C’è poi un’area dedicata al contatto diretto con gli animali, dove i bambini potranno accarezzare e nutrire capre, pecore, conigli e porcellini d’India.Gerusalemme

 Jerusalem Bird Observatory

Questo parco offre un’esperienza a stretto contatto con la natura in mezzo a tutte quelle specie di uccelli, (alcune anche molto rare), che passano da Israele durante le loro rotte migratorie.

L’osservatorio è una tappa obbligata per tutti i birdwatchers ed è aperto 24 ore al giorno. Offre visite guidate, birdwatching di gruppo oppure semplici passeggiate nella natura.

Per chi è invece in cerca del divertimento puro, c’è sempre il Jerusalem Ropes Course, dove è possibile saltare da un albero all’altro grazie all’utilizzo di liane, scale e funi. Un vero e proprio  percorso fatte da liane, ponti, scale e carrucole pensato per dare una scarica di adrenalina ai piccoli avventurieri.

Dolphin Reef EILAT

Dolphin Reef EILAT

Alzi la mano chi di voi non ha sognato almeno una volta di nuotare a fianco di un delfino.

A Eilat tutto questo è possibile, grazie alle attività  del Dolphin Reef.

Dolphin Reef si trova non troppo lontano dal Parco Marino Osservatorio sottomarino, proprio sulle rive del Mar Rosso.

E’ un sito ecologico  dove i visitatori possono godere di un ambiente naturale, vista magica, spiaggia isolata, insieme con l’insolita opportunità di incontrare e osservare i delfini nel loro habitat naturale.

I visitatori possono godere di avvicinarsi ai delfini attraverso i pontili galleggianti e i vari punti di osservazione; durante ad una delle nuotate del personale oppure durante le immersioni guidate.

Nel delfino soltanto si trova, in relazione all’uomo, quella cosa che vanno cercando tutti i migliori filosofi, ovvero l’amore disinteressato. Questo animale, infatti, non ha bisogno di ricevere nulla dagli umani e, dal canto suo, nei confronti di tutti gli uomini mostra la sua benevolenza e amicizia, e molte persone ha soccorso in passato.
(Plutarco)

Come si arriva

Puoi arrivare in macchina e parcheggiare gratuitamente fuori ma puoi anche prendere l’autobus #15 dal centro di Eilat e arrivarci comodamente.

Orari di apertura

Domenica – giovedi 09:00 – 17:00
Venerdì sabato & Vacanze 09:00 – 16:30
E’ chiuso  durante il Memorial Day Nazionale israeliana e “Yom Kippur”.

Vi ricordo che  per lo snorkeling e le immersioni con i delfini  è necessaria la prenotazione !Dolphin Reef EILAT

Una volta salutati questi simpatici mammiferi non resta che andare alla scoperta della barriera corallina, cimentarsi in qualche nuovo sport acquatico oppure uscire dalla città ed esplorare il selvaggio Timna Park.

Le occasioni per divertirsi, insomma, qui non mancano di certo!

Per informazioni vi lascio il link del sito.

Sharm El Sheikh con FruitViaggi

Sharm El Sheikh

La scorsa settimana l’ho passata a Sharm El Sheikh con FruitViaggi. 

Sharm El Sheikh
Porta di Allah

Sharm è una località turistica egiziana che negli ultimi anni ha vissuto momenti di profonda crisi. Località turistica dalle infinite bellezze. Località turistica che non è stata raccontata per ciò che è.

Sharm è un paradiso a sole 4 ore da noi. Un posto oggi sicuro (forse lo è sempre stato ma per motivi molto più grandi di noi volevano farci credere il contrario) dove portare i nostri figli.

Un viaggio nuovo

Grazie a FruitViaggi ho scoperto anche un nuovo modo di viaggiare perché questa volta non sono partita con la mia famiglia…a Sharm sono andata sola.

Dopo tanti anni mi sono dedicata una settimana spinta dalla voglia di regalarmi dei giorni solo per me. Ed il mio, lo ammetto, è sano egoismo perché per essere una brava madre ed una brava moglie, a volte, devo ricordarmi di essere donna.

Ma a Sharm non ero realmente sola… ho acquistato il prodotto Fruitfree dedicato ad un target giovane (non fare battute) dove il divertimento è al centro della vacanza ed ecco che mi sono ritrovata in una realtà tutta nuova per me fatta di persone sconosciute di tutte le età con cui condividere questi 7 giorni.

Fruit ha preso 40 adulti ed ha costruito intorno a loro una vacanza da sogno. Perché Sharm non è solo barriera corallina ed ora lo so anche io.

Siamo stato guidati da una guida professionale e competente ma non è per queste doti che ricorderò John Farid.

È stato  la nostra guida come Virgilio lo è stato per Dante. Ci ha raccontato l’Egitto, la sua terra, con passione e fierezza. E ce ne siamo innamorati.

In quei giorni ho ricevuto molti messaggi e la maggior parte mi chiedevano se mi sentivo sola, se avevo paura a stare lì senza la mia famiglia, senza mio marito.

Ovviamente sentivo la loro mancanza ma non perché mi fanno sentire al sicuro.

In Egitto non ho mai percepito la sensazione di pericolo. Ero circondata da persone come me che volevano guardare quel paese con occhi diversi.

Ma non voglio essere ipocrita…mi sono sempre sentita al sicuro perché non c’è stato un solo istante in cui Fruit ci ha lasciati soli.

Giuseppe Crispo, sales manager di Fruit, ha “vegliato” su di noi, supervisionando ogni attività così da accertarsi che il gruppo avesse tutto ciò di cui aveva bisogno (non mi era mai capitato di avere un’assistenza di questo livello).Sharm El Sheikh

Abbiamo alloggiato al Fruit Free Xperience St. George di Sharm El Sheikh, visitato il Parco Nazionale Ras Mohamed, attraversato il deserto in quad e solcato il mare azzurro su un veliero alla volta dell’Isola di Tiran.

La sera siamo stati al Pacha, all’ Hard Rock Cafè e al Dolce Vita.

Sharm El Sheikh
Spaccatura nel terreno

Ho dormito poco e riso veramente tanto. Ora sono a Roma, piove e probabilmente l’estate tarderà ad arrivare. Mi guardo allo specchio e guardo la mia pelle abbronzata. Sorrido e penso all’Egitto.

Sharm El Sheikh
Lago delle mangrovie

Per avere informazioni sui prodotti FruitViaggi puoi chiedere alla tua agenzia di fiducia.

 

Ras Mohammed: il parco naturale marino

Egitto: parco naturale Ras Mohammed con Fruit Viaggi.

Quando si pensa all’Egitto ciò che ci viene in mente sono le Piramidi e, ovviamente, è così anche per me.

Egitto, Paese dal passato importante che non lascia spazio ad altro ma, come sempre, non conosci un Paese finché a fartelo visitare non è una persona del posto che riesce inesorabilmente a fartelo amare.

John Farid, guida per Fruit Viaggi, ci ha raccontato un Egitto come mai mi era capitato di ascoltare. L’amore per la sua terra e la passione che dedicata a noi turisti basterebbe per giustificare un viaggio a Sharm ma ti assicuro che questa settimana è stata altro.

Ma per questo c’è tempo ed a breve troverai un articolo sulle meraviglie dell’Egitto.

Oggi ti parlo del Parco Naturale Ras Mohammed.

Ras Mohammed

A soli 12 km da Sharm El Sheikh, questo parco nazionale marino è situato nell’estremo sud del Sinai, tra il golfo di Suez ed il golfo di Aqaba ed è stato istituito parco nazionale nel 1983. È il parco nazionale più famoso in Egitto nonché uno delle zone di escursioni più conosciuti in tutto il mondo per via delle tantissime specie di pesci che popolano questo tratto di barriera corallina. A largo si possono facilmente avvistare il delfino di Risso.

Sharm El Sheikh
Barriera coralina

Ma in questo parco non ci vai solo per fare immersioni… qui è stata eretta la porta di Allah, potrai fare il bagno nel lago magico e visitare il lago delle mangrovie.

Porta di Allah

Ras Mohammed
Porta di Allah

Unico monumento presente a Sharm, è situato all’ingresso del Parco Naturale Ras Mohammed. È stato realizzato in occasione del trattato di pace firmato tra Egitto ed Israele. I massi in cemento armato sono lettere. Lette da destra verso sinistra per gli arabi e da sinistra verso destra per gli ebrei, hanno un unico significato: Allah.

Costa del Golfo di Suez

Le coste del parco Ras Mohammed sono tra le più conosciute al mondo. Qui trovi una tra le barriere coralline più belle ed intatte al mondo e fare snorkeling diventa un dovere. Avrai l’opportunità di nuotare accanto a pesci pagliaccio, pesci scorpione, pesci sergenti e tantissimi altri tipi di pesci coloratissimi. Ricorda però di non alterare in nessun modo il loro habitat.

Lago delle Mangrovie

Ras Mohammed
Lago delle mangrovie

Questo lago salato prende il nome dalle magnifiche piante che crescono nelle sue acque (circa 92 piante). Le radici delle mangrovie filtrano il sale che poi viene espulso dalle foglie.

Ras Mohammed
Lago delle Mangrovie

Le piante creano un favoloso habitat per un ricchissimo ecosistema, ad abitarlo ci sono anche i bellissimi granchi dalle chele rosse. La presenza di questa particolarissima specie ha fatto si che le autorità del parco vietassero il bagno nel lago.

Lago magico 

La leggenda narra che questo lago doni fecondità alle donne che si immergono nelle sue acque. I veri motivi per cui gli egiziani lo hanno definito magico sono tre: questo meraviglioso specchio d’acqua cambia colore tre volte al giorno, il secondo motivo è che vista la grande concentrazione di piombo nella sabbia del lago, non venne registrato dai droni israeliani come una distesa di acqua ma come un punto nero e dal quel momento lo chiamarono “baia invisibile” ed il terzo motivo che in base alla marea si ricongiunge con il mare o resta lago. 

Vicino al lago magico potrai vedere anche la grande spaccatura provocata dal terremoto.

Ras Mohammed
Spaccatura nel terreno

Questa è stata una mattinata meravigliosa. Probabilmente sarei rimasta lì tutto il giorno ma si sà…quando si viaggia le cose da vedere sono tante.

Informazioni di servizio

Per visitare il parco puoi scegliere l’escursione in barca o via terra. FruitViaggi propone l’escursione via terra perché permette di vivere questo parco a 360° con tutte le meraviglie di cui ti ho parlato fino ad ora.

 

Per avere informazioni sui prodotti Fruit Viaggi puoi chiedere alla tua agenzia viaggi di fiducia.

 

 

 

Dubai con un bambino: 6 cose da fare



Dopo averti raccontato del Tour di Dubai e Oman e verti preparato alla partenza dicendoti quello che devi assolutamente sapere su Dubai, oggi ti parlo delle tantissime attività da fare in questa meravigliosa città.

Si perché se ti stai chiedendo cosa fare a Dubai con un bambino, ti assicuro che avrai solo l’imbarazzo della scelta.

Equitazione

È uno sport amatissimo. Ci sono molti Club dove uscire a cavallo o prendere lezioni (anche per un giorno). Puoi anche cavalcare un vero cavallo arabo nel deserto. Tutti gli hotel organizzano questa attività.

Corsa dei cammelli

Le corse dei cammelli sono molto importanti per l’economia di Dubai. Senza entrare in discussioni etiche sulle pratiche del passato e sullo sfruttamento degli animali, assistere a questa corsa è per un bambino molto divertente. Ci sono decine di impianti.

Polo

Chi non ha visto almeno una volta in tv una partita di Polo? Qui a Dubai con un bambino puoi entrare al Dubai Polo Academy che offre la possibilità di giocare a Polo anche se sei un principiante. Nel caso non volessi salire a cavallo vale comunque la pena visitare questo Club. È bellissimo.

Golf

A Dubai ci sono 6 campi da golf dove sono benvenuti gli ospiti ed i turisti a patto che si abbia un abbigliamento adeguato. Troverete in affitto l’attrezzatura ed i bambini (dai 6 anni) possono prendere lezioni con maestri bravissimi.

Se sei un amante del golf devi assolutamente visitare il Dubai Country Club, 18 buche. le fairway  sono caratterizzate da brown invece che da green perchè si gioca sulla sabbia.

Beach Club

È possibile accedere in tutte le strutture alberghiere di Jumeirah Beach. Ovviamente devi pagare l’accesso e ti consiglio di informarti sul prezzo prima (alcuni accessi sono molto costosi). Ricorda che dal giovedì al sabato i prezzi aumentano in modo esponenziale ma una volta dentro avrai tutti i servizi offerti dall’hotel.

Beach Park

Se non vuoi usufruire dei vantaggi e dei servizi degli hotel potrai andare nei Beach Park, dei parchi pubblici con spiaggia, attrezzati, curati e puliti. Ci sono docce, bagni, ristoranti e la possibilità di affittare ombrellone e lettini. Il più famoso è il Jumeirah Beach Park.

 

 

Dubai: 10 cose da sapere prima di partire

Dubai è una città in continuo cambiamento, 365 giorno l’anno di sole e caldo, lussuosi hotel e spiagge caraibiche.

DubaiIn questa città troverai tradizioni beduine e grattacieli avveneristici che si stringono la mano.

Circondata dal “giardino di Allah” cioè il deserto dove l’uomo riesce a conoscere se stesso è una città piena di contrasti: tradizione araba da una parte con i suoi suq, la danza del ventre, le moschee e la caccia con il falcone e modernità occidentale dall’altra con piste da sci dentro centri commerciali, corse di cavalli ed illuminazioni artificiali.

Ecco 10 consigli da tenere a mente quando visiti Dubai:

  • In ospedale le emergenze sono gratuite ma in tutti gli altri casi (mal di denti, malori non gravi etc) è necessario pagare in contanti o con carta di credito. Ricorda di portare con te la ricetta medica se fai uso abituale di farmaci.
  • In un ristorante o in un bar, anche se vedi dei tavolini liberi, devi sempre aspettare che qualcuno ti accompagni e ti faccia accomodare.
  • Le feste cristiane sono considerate solo dal punto di vista commerciale (allestimento vetrine, vendita gadget, menu speciali etc).  Quindi anche a Natale sarà tutto aperto e operativo.
  • Puoi fumare sono nei locali all’aperto. È vietato fumare in ristoranti, hotel e centri commerciali.
  • Il topless è ASSOLUTAMENTE VIETATO OVUNQUE. Se vuoi prendere il sole integrale puoi farlo comodamente a casa tua.
  • La delinquenza è INESISTENTE.
  • Le donne devono evitare abiti trasparenti, troppo attillati o scollature generose. Meglio evitare pantaloncini troppo corti. Gli uomini non possono andare in giro senza maglietta. Nei luoghi pubblici per entrambi i sessi devono essere evitate le gambe scoperte.
  • I bambini sono amati e rispettati. Ovunque andrete verrete trattati con i massimi riguardi ed avrete tutti i servizi di cui necessitate.
  • Dubai non si visita a piedi! Si gira in auto sempre o con i mezzi pubblici. Le fermate degli autobus sono chiusi con aria condizionata.

 

Tour Dubai e Oman con un bambino

tour Dubai e Oman

Un tour Dubai e Oman con un bambino sembra un sogno, vero?

Per la nostra amica Ylenia però lo è stato veramente un sogno ma infranto perché all’ultimo momento ha dovuto rinunciare a 10 giorni da sogno perché il suo bimbo più piccolo stava male.

Per nostra fortuna ha voluto comunque condividere con noi il suo itinerario (pensato e programmato in ogni minimo dettaglio).

Il viaggio avrebbe avuto inizio a Milano Malpensa con un volo Lufthansa diretto a Dubai con scalo a Francoforte. Per comodità (vicinanza all’aeroporto) e per contenere i costi molto alti in altre zone della città nel periodo di Capodanno, Ylenia aveva scelto il Royal Continental Hotel a Deira (prezzo stanza quadrupla circa 160€).

tour Dubai e Oman

Legoland Dubai

Cosa c’è di meglio che iniziare il nostro tour Dubai e Oman con una giornata interamente dedicata ai nostri bambini? E allora andiamo tutti a Legoland!

Il parco è aperto dalle 10  alle 20. Puoi acquistare i biglietti sul sito del parco divertimenti. A Legoland troverai:

  • Oltre 40 attrazioni LEGO®
  • Un mix di attrazioni interne ed esterne adatte per ogni età
  • 6 aree tematiche
  • 15,000 modellini LEGO®
  • Iltre 60 milioni di mattoncini LEGO®

Le sei zone tematiche sono: Factory, LEGO® City, Imagination, Kingdoms, Adventure e Miniland.

 

Dubai Mall e Kidzania

Il nostro tour Dubai e Oman prosegue con una bella passeggiata al Dubai Mall (per la gioia di noi mamme).

Ylenia ci consiglia di prenotare il pranzo al  Rainforest Café dove troverai dei fantastici menu bambino e poi tutti al Kidzania  dove i bimbi tra i 4 e 16 anni hanno la possibilità di fare più di 80 attività della vita reale. È un tipo di parco che noi conosciamo molto bene… Meraviglioso anche quello di Bogotá, Lisbona e Londra.

Se é la prima volta che visiti Dubai ed hai più tempo a disposizione, il consiglio è di alloggiare nelle zone di Jumeirah o Marina, più centrali, e di includere nel tuo itinerario anche tante altre attrazioni quali l’acquario del Dubai Mall, un giro al souk Madinat Jumeirah, un the’ all’interno del Burj al Arab, la salita sul Burj Khalifa e una visita al Mall of the Emirates. Una vacanza negli Emirati, inoltre, non é completa senza una capatina nel deserto, per esempio al bellissimo resort Bab Al Shams.

 

Muscat-Oman

Il nostro tour continua ed è ora di volare in Oman (prenotazione effettuata con Swissair a 75€ a persona sola andata). Qui Ylenia ha previsto il noleggio di un’auto in aeroporto ed il pernottamento . Qui Ylenia ha previsto il noleggio di un’auto in aeroporto ed il pernottamento al  Grand Hotel Hormuz. 

Dopo una fantastica colazione e qualche ora di relax in piscina è arrivato il momento di visitare la capitale Muscat con i suoi souk, i mercati, le Corniche di Mutrah, la moschea, e la Royal Opera House.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il secondo giorno in Oman sarà dedicato alle Daymaniyat Islands, riserva naturale dove il mare è turchese e la sabbia bianca. Su queste isole potrai facilmente avvistare tartarughe e delfini. Qui le attrazioni principali sono ovviamente legate al mare ed ai suoi meravigliosi fondali e alla sua barriera corallina. Le isole sono facilmente raggiungibili in motoscafo in 40 minuti dal porto di Muscat, i tour possono essere prenotati via mail dall’Italia tramite Omansail, al costo di circa 150€ per una mezza giornata (prezzo per 2 adulti + 2 bambini).

Il nostro tour Dubai e Oman prosegue con un cambio di hotel. Questa volta Ylenia opta per una meravigliosa suite  allo Shangri-la Barr Al Jissah Muscat Resort,dove trascorre l’intera giornata tra spiaggia, piscine ed attività varie offerte dalla struttura.

Nizwa

Con poco meno di un’ora di auto si raggiunge Nizwa ed il suo mercato del bestiame del venerdì mattina ed il Forte.

FINS BEACH

Nel pomeriggio Ylenia suggerisce il trasferimento all’ Anantara Al Jabal Al Akhdar Resort un meraviglioso resort nel bel mezzo del Canyon. Sul sito dell’hotel trovi anche un tour virtuale.

Prima di rientrare a Muscat non può mancare la visita della città fortificata di Bahla e del suo forte diventato patrimonio dell’Umanità nel 1987.

Dedichiamo l’ultimo giorno del tour Dubai e Oman ad un giro della costa.

E non puoi non visitare Fins Beach con una sosta anche nel paesino di Quryiat, e soprattutto nessun tour dell’Oman sarebbe completo senza aver visto almeno uno wadi, in questo caso di strada il Wadi Shab.

 

Anche se questo viaggio non è mai stato fatto, noi siamo comunque riusciti a sognare.

Grazie Ylenia per averci regalato questi luoghi meravigliosi…

Acquista la guida per conoscere tutti i luoghi da visitare

Prenota qui il tuo hotel In Oman e a Dubai e riceverai il 10% di sconto sulla tua prenotazione.



Booking.com

 

 

 

Se sei amante dei tour in auto, ti interesserà anche questo articolo

Tour in Irlanda con un bambino

Se vuoi organizzare un viaggio on the road con un bambino leggi questo articolo

Viaggio on the road in macchina con bambini

 

Scopri tutti gli oggetti che possono rendere più piacevole il tuo viaggio nel nostro travel Shop

 

 

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

illustrazione viaggi sogni e passione