Tirana in un giorno: cosa vedere

Tirana in un giorno: cosa vedere?

L’Albania è un Paese ingiustamente poco considerato dal turismo. Probabilmente la storia degli ultimi anni ha influito molto su questo aspetto ma, a distanza di qualche decennio, i suoi abitanti hanno deciso di promuovere un cambiamento a mio avviso sensazionale.

La città che più rappresenta questa rivalsa nei confronti del mondo è la sua capitale Tirana che, tra attrazioni turistiche e vita mondana, regala esperienze di sicuro interesse.

Nei giorni precedenti alla partenza, in molti mi hanno chiesto se Tirana fosse sicura e soprattutto, adatta ad un viaggio con un bambino.

Quello che posso dire è che questa città, non solo è molto sicura ma è anche a misura di “pargoli”. Si raggiunge facilmente ed in poco tempo (sia in aereo che in nave come abbiamo fatto noi con GNV ) ed offre servizi di altissima qualità a prezzi irrisori.

Le cose da fare a Tirana sono molte ma se hai a disposizione una sola giornata perché hai deciso, per esempio, di organizzare un viaggio itinerante (come abbiamo fatto noi con Brain and Heart), ti segnalo ciò che devi assolutamente vedere.

Mattina a Tirana

Iniziamo la giornata con una meravigliosa passeggiata nel Grande Parco del Lago Artificiale di Tirana. Situato a sud della città, rappresenta il polmone della città. Sarai sorpresa di trovare il parco pieno di gente in qualsiasi ora con aree dedicate ai bambini. Potrai affittare anche una bicicletta e fare un giro in barca.

Ci spostiamo poi nel centro della città. Qui la prima attrazione è Piazza Scanderbeg, tra le 100 pizze più grandi del mondo (più precisamente è all’ottantesimo posto) porta il nome dell’eroe nazionale Scanderbeg che sconfisse gli Ottomani proteggendo il suo paese ed i suoi valori religiosi. Sulla piazza si affaccia la moschea più antica della città, ritenuta uno dei più importanti monumenti culturali.

Passeggiando, si arriva in pochi minuti al monumento dell’amicizia. Nei pressi della coloratissima attrattiva c’è il Sita Tiron il famosissimo chiosco di street food dello chef Bledar Kola. Qui il tuo bambino può fare una piacevole merenda con prodotti bio.

A poche centinaia di metri c’è il Mercato Centrale, il cuore pulsante della città con i suoi colori ed i suoi profumi. Qui devi assolutamente concederti 10 minuti alla torrefazione Mehemeti dove la tradizione è stata abbracciata dalle nuove generazioni e potrai gustare il vero caffè turco.

Pranzo a Tirana

Se ancora non te la senti di provare la cucina albanese, ti segnalo il ristorante di un ristoratore aquilano trasferitosi a Tirana dopo il terremoto de L’Aquila. Insieme ad un avvocato Napoletano, ha aperto il kamp99, un ristorante-museo dove colleziona reperti militari recuperati negli anni. Il vino ti sarà servito in una borraccia ed il pane in un porta vivande. Assolutamente fantastico…anche perché la pasta è fatta in casa ed il tuo bambino gradirà particolarmente 😉

Pomeriggio a Tirana

Nel pomeriggio ti consiglio di visitare il Parco Nazionale del Monte Dajiti. Ci arrivi facilmente con una Teleferica Panoramica. Arrivata in cima ti troverai davanti il “balcone naturale di Tirana”. Una vista mozzafiato ed un bellissimo parco dove i bambini possono giocare liberamente.

Potrai giovare a mini golf, cavalcare pony, sparare ai palloncini con fucili e pistole e per i più coraggiosi affrontare l’Adventure Park. Qui c’è anche un ottimo ristorante panoramico quindi se non vuoi mangiare cucina italiana, ti consiglio di optare per questa soluzione.

 

Per il tardo pomeriggio ti dovrai spostare nel quartiere trendy Blloku. È il quartiere che in assoluto racconta la rinascita di Tirana. Qui negli anni del comunismo vivevano i funzionari del regime ed il quartiere era chiuso al popolo, ora quelle ville sono state trasformate in bellissimi locali e ristoranti alla moda.

 

Hai ampia scelta per l’aperitivo ma per quanto mi riguarda i cocktel più buoni e più belli sono quelli del Colonial.

Cena a Tirana

Non puoi andar via da Tirana se non hai cenato al ristorante slow food  Ceren Ismet Shehu  dello chef stellato Ceren Ismet. Qui assaporerai la vera cucina tradizionale albanese.

Tirana è una città meravigliosa… un giorno è veramente poco ma ti assicuro che seguendo i miei consigli avrai visto le cose più importanti.

Se vuoi organizzare un tour in Albania ti segnalo Brain and Heart, il tour operator che ci ha accompagnato nel nostro tour itinerante in Albania. Con Dario (imprenditore italiano) sarai certa che il tuo viaggio sarà perfetto e che verranno soddisfatti tutti i tuoi bisogni.

 

Hotel consigliati a Tirana

Metro Hotel Tirana

The Rooms

Hilton Garden Inn Tirana

 

Dove andare a Pasqua: ecco le mete scelte dagli italiani.

Dove andare a Pasqua? navigando sul web mi sono resa conto che nell’ultimo anno le mete scelte dagli italiani per passare le vacanze sono cambiate. In pochi prenotano ormai nelle meravigliose isole con mari cristallini e sempre più optano per paesi poco conosciuti dl turismo di massa.

Rimarrai stupito nello scoprire la top 5 del ponte lungo di Pasqua.

Russia

Mosca e San Pietroburgo sono le principali mete russe. Non mi stupisce che siano state scelte in questo periodo, in fondo andare in Russia in inverno non deve essere facile anche se la Russia senza freddo non è Russia. E poi c’è la Transiberiana ed il suo mitico treno. Quale viaggiatore almeno una volta non ha sognato di salire su quei vagoni?

Iran

In molti hanno scelto l’Iran. Paese conosciuto purtroppo per la guerra ma con un passato affascinante. Fino al 1935 l’Iran era noto come Persia, una delle più antiche civiltà del mondo. Sinceramente non so se la sceglierei come meta per le mie vacanze ma sembra che il turismo internazionale si stia affacciando con molta curiosità in questa terra. Il mio consiglio? Non improvvisarsi ed affidarsi SEMPRE ad una guida turistica del posto.

Slovenia

Non vuoi allontanarti troppo? Ecco che la Slovenia diventa un’ottima idea. Ancora si riescono a trovare prezzi abbordabili per tutti anche se non mancano strutture di lusso di assoluto interesse. Ma il punto di forza di questo paese sono sicuramente le bellezze naturali: Boschi, fiumi, terme naturali… Insomma, sembrerebbe proprio che abbiamo un piccolo paradiso dietro casa 😉

Uzbekistan

Lo so, in molti non sanno neanche dove si trovi… ma questa signori è l’Asia sconosciuta. Qui potrai ammirare alcuni tra gli esempi dell’architettura Islamica tra i più belli del mondo e la popolazione è estremamente accogliente. Si dice anche che la cucina uzbeka sia assolutamente da non perdere. Che dire quindi? Non ci resta che provare 😉

Giordania

Al primo posto c’è la Giordania. In molti per questo fine aprile hanno prenotato un tour itinerante in questo meraviglioso paese. Alla scoperta della terra biblica e dei popoli nomadi. Sicuramente Petra nell’ultimo anno ha attirato molto l’attenzione su di se grazie anche alle migliaia di foto di Travel Influencers che si sono fatti immortalare davanti la sua maestosità.

 

Insomma, come ti ho anticipato, noi italiani stiamo modificando il nostro modo di concepire il viaggio. Non più solo vacanza ma scoperta. E quello che raccomando sempre è portare i tuoi bambini con te. Non esiste viaggio che non possono fare. Esistono solo genitori che pensano che un bambino certe cose non possa farle.

Qui trovi il mio articolo su questo argomento e sul perché i bambini DEVONO viaggiare.

 

Fammi sapere come passerai le vacanze di Pasqua e dimmi cosa ne pensi di queste nuove mete turistiche 😉

A presto

M

 

Londra in un giorno: cosa vedere



Londra in un giorno e’ davvero una bella sfida: la citta’ e’ vasta ed e’ cosi’ ricca di cose da vedere! Quindi propongo di concentrarci sulle attrazioni davvero imperdibili, indossare scarpe comode e prepararci per una gran bella camminata!

MATTINA: Londra in un giorno

Per cominciare mi sembra doveroso fare i nostri omaggi alla Regina partendo con  il nostro tour dalla Piazza di fronte  Buckingham Palace (Stazioni metro piu’ vicine: Victoria Station o Green Park Station). In realta’ e’ giusto sapere che Elisabetta II raramente risiede qui, in quanto la maggior parte dell’anno vive a Windsor, la sua residenza favorita. Per sapere se Sua Maesta’ e’ al momento a Palazzo e’ sufficiente osservare le bandiere issate in cima all’edificio: se sono due (la Union Jack e lo Stendardo Reale ) allora significa che la Regina e’ a Buckingham Palace.

Da qui potete prendere il sentiero che attraversa St. James Park e con una piacevole passeggiata di pochi minuti arriverete a Trafalgar Square.

Questa e’ una delle piazza piu famose di Londra, con la fontana, i famosi leoni e la Colonna dedicate a Nelson.  La piazza e’ dominata dalla monumentale facciata della National Gallery. Per gli amanti della pittura questo museo e’ un paradiso, per questa visita vi consiglio di focalizzarvi su alcune sale perche’ e’ impossibile vederlo tutto in una sola volta. La sale degli Impressionisti il Rinascimento Italiano sono tra quelle imperdibili.  Il Museo e’ gratuito ma si puo’ contribuire al suo mantenimento attraverso una donazione o sostando in uno dei suoi café’ o acquistando negli shop (dove troverete prodotti esclusivi e piuttosto interessanti per fare qualche regalino, decisamente meglio dei negozi di souvenir delle zone turistiche della citta’).



Pomeriggio: Londra in un giorno

Se dopo tanta arte vi e’ venuto appetite, potete fare un salto nella cripta di St Martin in the Fields. Si,’ avete capito bene, vi sto suggerendo di andare a pranzare in una cripta di una Chiesa… ma non sono impazzita, qui infatti e’ stato allestito un ampio self service che offre semplici e sostanziosi piatti della cucina inglese (a prezzi piu’ che onesti per il centro di Londra). L’atmosfera e’ davvero particolare e di solito e’piuttosto affollato.

Da Trafalgar Square si imbocca Whitehall/Parliament Street  lungo la quale sara’ possible intravedere sulla destra il famoso n10 di Downing Street (casa del Primo Ministro inglese): lo riconoscerete per le guardie armate che sostano sempre li davanti. Non aspettatevi molto pero’, poiche’ per motivi di sicurezza dovrete rimanere lontani dall’edificio e la vista della casa e’ piuttosto limitata.

Da qui in pochi minuti raggiungerete Parliament Square da dove si puo’ ammirare in tutta la sua maestosita’ Westminster Abbey (dove si svolgono molti matrimoni regali), il Parlamento Inglese ed il Big Ben. Quest’ultimo al momento e‘ in fase di restauro e lo sara’ per I prossimi due anni circa, quindi  foto ricordo con impalcature J!

Attraversando  il ponte di Westminster si raggiunge Southbank una zona di Londra che negli ultimi anni e’  diventata estremamente vivace, e dove si trova il London Eye (la ruota panoramica) da cui si gode una splendida vista su Londra. Se desiderate salirci (un giro complete dura circa mezz’ora e il costo e’ di circa 25 sterline) consiglio  di prenotare in anticipo I bilglietti per evitare, almeno in parte, le immancabili e spesso interminabili file.

Proseguendo la passeggiata lungo la riva sud del Tamigi, vi troverete sulla destra la Tate Gallery, uno dei piu’ noti musei al mondo di Arte Contemporanea. Se avete un po’ di tempo, entrate, anche solo per vederne la struttura. Questo ex edificio industriale (era una Power Station)  gia’ da solo merita la visita, essendo frutto di una intelligente ed interessante ristrutturazione.  Salite all’ultimo piano per ammirare una splendida vista di Londra.

Usciti dal Museo, proprio di fronte alla Tate, imboccate il ponte pedonale chiamato Millennium Bridge,  che vi fara’ sbucare di fronte  ad un’altra icona di Londra: St Paul Cathedral.

Ultima tappa del tour: Londra in un giorno

Prendetevi una bella pausa per qualche foto, prima di avviarvi verso l’ultima tappa del tour. Da St. Paul vi consiglio di prendere un bus che in poche fermate vi fara’ attraversare il quartiere della City per giungere alla favolosa Tower of London e al London Bridge, probabilmente i piu’ famosi simboli di Londra.

Al tramonto la vista da qui e’ insuperabile e potrete finalmente riposarvi sorseggiando una birra presso uno dei tanti pub lungo il Tamigi,  magari pensando a quando organizzare il prossimo viaggio a Londra.

 

Un grazie speciale alla nostra cara Simona Marri che ha scritto per noi questo meraviglioso articolo. Se vuoi seguire Simona, la trovi su Instagram. Il suo account è @simona.ladytraveller

Leggi anche il nostro articolo su Roma ed il tour che abbiamo creato per girarla in un giorno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mare a Novembre? Ecco dove andare!



L’estate sta finendo e tu già stai pensando ad un posto caldo dove andare al mare a Novembre con i tuoi bambini?

In questo articolo ti proponiamo le mete più consigliate per organizzare una vacanza in questo mese.

 

Zanzibar

Novembre è il mese in cui ci sono meno precipitazioni. Il clima si aggira in torno ai 33° ma è molto umido.

Sostieni il nostro blog e prenota il tuo soggiorno dal nostro Box Booking.com

Zanzibar



Booking.com

Maldive

Qui c’è il sole tutto l’anno ma tra ottobre e dicembre il mare è più caldo e c’è meno umidità anche se per il periodo secco dovrai aspettare gennaio.

Maldive

Kenya

È il mese migliore per visitare questo meraviglioso paese. È il periodo in cui ci sono in assoluto meno piogge, i venti sono caldi e secchi. Il Kenia è tra i 6 paesi più visitati del 2018.

Kenya

Seychelles

A novembre inizia la stagione calda. Il mare è molto calmo e c’è poco vento. Ottimo per fare snorkeling. La temperatura va dai 30° ai 24°

Seychelles

Dubai

Dove andare a Novembre se non a Dubai? La temperatura si aggira intorno ai 30° e piove veramente di rado (devi essere proprio sfortunato). Il vento è sempre presente quindi attenzione alla sabbia negli occhi 😉 Questo mese è il più consigliato per fare vita da spiaggia.

Dubai

Capo Verde

Il clima è piacevole, le temperature non sono molto alte e le precipitazioni sono minime.

Capo Verde

Mauritius

Novembre è l’inizio della stagione calda ed umida con un clima che va dai 26° ai 31°. Il clima quindi è piacevolmente caldo e poco umido.

Mauritius

Queste sono i paradisi che a nostro avviso meritano di essere visitati se non sai dove andare al mare a Novembre.

Molti ci hanno suggerito anche i Caraibi ma, conoscendo molto bene la maggior parte delle isole, non ci sentiamo di consigliarveli come meta in questo mese. Nel caso in cui voleste andarci, vi consigliamo di informarvi sul clima della specifica isola perché molto diverse una dall’altra.

Se vuoi andare ai Caraibi leggi il nostro articolo su Barbados

Sostieni il nostro Blog e prenota il tuo hotel dal nostro box booking.com



Booking.com

Roma in un giorno: cosa vedere




Hai solo 24 ore e non sai se è possibile visitare Roma in un giorno? E’possibile! Ovviamente non potrai vedere tutti i monumenti ma in questo articolo ti raccontiamo un itinerario che ti permetterà di goderti la tua giornata nella Capitale alternando Arte, cultura e divertimento. Qui invece puoi trovare un articolo che ti consiglia cosa visitare a Roma in due giorni con un bambino.

Una settimana fa io e mio marito ci siamo trovati soli. Flavio era in montagna con i nonni e, a differenza di altre volte, non avevamo voglia di prendere un aereo o di fare troppe ore di auto.

E’ stato in quel momento che abbiamo deciso di prenotare un hotel a Roma (la nostra città) e giocare a fare i turisti. In fondo… Roma non l’abbiamo mai visitata veramente quindi perché non farlo?

In questi casi, è fondamentale scegliere il quartiere giusto. Noi abbiamo scelto Rione Monti.

Siamo arrivati in hotel verso le 19 di sabato e dopo aver sistemato la valigia in camera siamo scesi a fare una passeggiata a piedi. La prima cosa da fare è prenotare la bici elettrica per il giorno dopo. Su via Cavour trovi Bici & Baci, l’unico ad aprire alle 8,30 di mattino.

Piazza Madonna dei Monti è sempre gremita di gente, i vicoli sono pieni di turisti che entrano ed escono dai locali. Qui è molto facile “capitare” in un ristorante turistico dove il cibo è pessimo e non è ciò che cercavamo.

Abbiamo passeggiato circa un’ora, poi abbiamo scelto “Grazie a Dio è venerdì”. Posto spartano e non molto grande ma la pizza è veramente molto buona. Gelato e poi via a letto…domani ci si alza molto presto perché se hai un solo giorno non puoi permetterti di dormire fino a tardi… e poi… hai mai visto Roma alle 8 di mattina? Ecco… questo è il vero spettacolo!

Mattina- Roma in un giorno

La prima tappa è senza dubbio il Colosseo. Nella sua magnificenza, sembra ancora più grande alle 8 di domenica mattina. Tra massimo mezz’ora inizieranno ad arrivare i primi gruppi di turisti ma per il momento è tutto tuo.

Una volta fatte tutte le foto ci siamo avviati verso Piazza Venezia percorrendo via dei Fori Imperiali…  Nessuna macchina, nessun turista. Puoi camminare in mezzo alla strada e respirare la maestosità dell’impero romano.

Sulla destra, se guardi bene vedrai delle tribune dove poterti sedere ma ti consiglio di tornarci al tramonto. I colori caldi del sole rendono magico questo scorcio di storia.

Una pedalata fino a Piazza del Popolo attraversando tutta via del Corso e poi colazione nel giardino dell’Hotel De Russie in via del Babuino.

Dopo una breve sosta per mangiare qualcosa si sale verso la passeggiata del Pincio e ci si addentra nella meravigliosa Villa Borghese. Eccoci di nuovo su Viale della Trinità dei Monti fino a scendere a Piazza di Spagna dove potrai bere un buonissimo thè freddo alla fragola in una delle sale da thè più antiche di Roma XXX

E’ quasi ora di pranzo ma prima di andare a mangiare andiamo a vedere la famosissima Fontana di Trevi. Lì vicino c’è una bellissima che in pochi conoscono. E’ la Galleria del Palazzo Sciarra Colonna di Carbognano. Non potrai entrarci in bici quindi parcheggiala (e legala) e fai una passeggiata a piedi. Subito dopo la galleria troverai il tuo ristorante. Senza troppe pretrese ma assolutamente fantastico XXXXX



Pomeriggio- Roma in un giorno

Riprendiamo la bici e ci avviamo verso il Phanteon, una sosta per il caffè più buono di Roma a Piazza Sant’Eustachio o per un gelato in una delle migliori gelaterie di Roma e poi raggiungiamo Piazza Navona. Dà li percorriamo tutta via del Governo Vecchio con le sue Boutique e i negozi vintage fino a raggiungere Lungotevere. Attraversiamo il ponte e ci troviamo davanti Castel Sant’Angelo. Ancora qualche pedalata ed arriviamo San Pietro.  Attraversiamo di nuovo il Tevere all’altezza di Largo dei Fiorentini. Lì c’è l’omonima chiesa dove la Domenica i romani portano i loro amici animali a messa. A pochi metri puoi prendere Via Giulia, la prima via romana costruita dritta. Questa zona è la mia preferita e non poteva mancare nel giro da fare assolutamente se vuoi visitare Roma in un giorno. Qui ci sono cresciuta e la ritengo l’area del centro storico più vera, dove ancora trovi gli anziani seduti in strada a chiacchierare con i passanti.  In questa area c’è Campo de Fiori, Torre Argentina ed il Ghetto. Se costeggi il Tevere puoi vedere anche l’Isola Tiberina. Dall’altra parte c’è Trastevere con tutta la sua storia. Se hai tempo (e voglia) puoi attraversare nuovamente il Tevere e pedalare tra i vicoli che separano Piazza Trilussa a Piazza Santa Maria in Trastevere. Puoi fermarti a prendere una birra fresca al Bir&Fud e poi tornare sulla sponda nobile e raggiungere nuovamente Piazza Venezia.

E’ il tramonto… ora puoi fermarti sulle tribune che hai visto questa mattina in Via dei Fori Imperiali. A quest’ora i colori sono caldi, il clima più fresco e ti renderai conto di quanto rilassante sia osservare il Foro di Traiano.

Se non vuoi visitare Trastevere ti consiglio di tornare nei pressi di Via del Corso e raggiungere la Rinascente di via del Tritone. L’aperitivo sulla terrazza è assolutamente d’obbligo. In alternativa puoi prendere un aperitivo nella terrazza dell’hotel Cesari. La sua terrazza è nella Top Five di Roma.

 

Sta per finire la giornata e sei riuscito a vedere il 70% del centro storico di Roma senza troppa fatica. Ovviamente per poter visitare tutti i luoghi indicati è necessaria la bicicletta altrimenti a piedi non riusciresti a fare neanche la  metà del tour che abbiamo studiato (e prima provato) per te.

Spero ti sia piaciuto girare Roma in un giorno e, soprattutto, che ti sia innamorato della mia meravigliosa città!

Guarda le foto 😉

 

 

 

 

Le 6 mete più gettonate per le vacanze 2018




Dove vanno in vacanza gli italiani per le vacanze 2018? Abbiamo chiesto ai nostri followers dove andranno in vacanza e sono emerse 6 mete che spiccano tra tutte.

#6 Sicilia

Molte famiglie scelgono la nostra meravigliosa isola per passare l’estate. Tradizione, cibo e mare cristallino sono la ricetta vincente per giornate all’insegna del divertimento ed il relax.

 

#5 Francia

Sarà forse per la fioritura della lavanda ma la Provenza ed I suoi Giardini perenni è tra I luoghi più visitati della Francia in estate.  Da qualche anno attira anche tantissimi Instagrammers per immortalare scatti d’autore.

#4 Usa

Il sogno americano e le sue immense città richiamano ogni anno tantissimi italiani ma quest’anno sempre più persone hanno scelto una vacanza “on the road”. La California ed i suoi parchi  sono la meta più ambita.

 

#3 Spagna

Al terzo posto troviamo immancabilmente la Spagna. Non solo viaggi nelle meravigliose isole ma anche tour nelle maggiori città per le vacanze 2018.

 



#2 Grecia

Non poteva mancare la Grecia. Le famiglie però preferiscono giugno e settembre perchè nei mesi centrali le maggiori isole si trasformano in luoghi troppo affollati.

 

#1 Africa

Il 2018 è l’anno dell’Africa. Safari, Safari e ancora Safari. Il richiamo della Savana è fortissimo e quale luogo migliore che osservare da vicino gli animali?

 

E tu dove andrai in vacanza quest’anno?

 



Cosa vedere a Roma con bambini in due giorni: la guida

Cosa vedere a Roma con bambini in due giorni?

Roma è una grande metropoli con secoli di storia e fascino alle spalle. Visitare Roma in 2 giorni non è certo una passeggiata, ma se hai deciso di organizzare un fine settimana nella Capitale con i tuoi figli piccoli, quello che ti serve è questa guida, concepita con grande attenzione per impiegare bene il (poco) tempo a disposizione.

Non è facile scegliere cosa vedere a Roma con bambini in 2 giorni. Per rendere il tuo soggiorno non solo piacevole ma anche rilassante, qui troverai alcuni tra i luoghi più indicati per suscitare interesse nei piccini. È una caratteristica fondamentale: se si divertono loro, anche la tua giornata scorrerà molto più serenamente!

 

Roma per bambini: itinerari

Colosseo e Fori Imperiali.
Sono dei luoghi magici. I bambini impazziscono nel vedere la maestosità del Colosseo e sono felici di correre liberi ai Fori Imperiali.
Informati per tempo sugli orari di Colosseo link http://www.turismoroma.it/cosa-fare/colosseo-2 e Fori Imperiali (link http://www.turismoroma.it/cosa-fare/fori) perché variano in base alla stagione.
Se non ami la folla e le lunghe file, ti consiglio di evitare la prima domenica del mese perché l’entrata è gratuita. Risparmieresti sicuramente dei soldi ma perderesti ore ad attendere il tuo turno per entrare.
Puoi anche prenotare online i biglietti o prendere una guida privata per saltare la fila. Nel caso volessi una guida preparata e specializzata in tour con bambini ti consiglio Valentina Ansuini (puoi contattarla mandando una mail a valentina.ansu@gmail.com, dicendole che sei un nostro lettore). Con lei ogni tour si trasforma in un viaggio nel passato e per i bimbi ci sono delle bellissime sorprese.
Organizzati bene con i tempi perché il solo Colosseo prende circa un’ora di tempo, facendo anche Foro si impiegano circa un paio d’ore.

Castel Sant’Angelo. Non può mancare nella guida su cosa vedere a Roma con bambini in 2 giorni: a tutti i bimbi piace esplorare l’interno di un castello. Questo in particolare ha una storia molto speciale: fu costruito come tomba dell’imperatore Adriano, fu trasformato in fortezza dai papi e, nei secoli, divenne anche una terribile prigione.

Vale la pena salire fin sulla terrazza ai piedi dell’angelo per godere di una vista mozzafiato. La visita dura circa 1 ora, ed è sempre aperto dalle 9 alle 19:30.

Tutti i giorni si organizzano visite del “castello segreto”, ossia le prigioni, il passetto di Borgo e la stufetta di Clemente VII. Questi gli orari:

  • H 10 in inglese;
  • H 11 in italiano;
  • H 16 in inglese;
  • H 17 in italiano.

Anche qui entrata gratuita la prima domenica del mese: stesso discorso fatto per il Colosseo.

 

Cosa vedere a Roma, tra brividi e fontane

Visitare Roma in 2 giorni può regalare anche un pizzico di brivido, con la Cripta dei Cappuccini in via Veneto, aperta tutti i giorni dalle 9 alle 19. Dopo un passaggio molto breve nel museo dei frati cappuccini, si arriva in questa geniale successione di sei cripte dove ogni elemento architettonico è fatto di ossa umane! Lampadari, nicchie, archi: tutto è stato composto con le ossa dei frati cappuccini.

È sempre un piacere farsi una passeggiata per scoprire le più importanti piazze e fontane di Roma. Il centro città è piuttosto raccolto, le distanze non sono eccessive e anche per i bambini sarà un piacere gettare una monetina nella fontana di Trevi, visitare il Pantheon e arrivare fino a piazza Navona, dove ti consiglio di dare un’occhiata al Sogno, famoso negozio di giocattoli specializzato in giochi d’epoca e peluche a grandezza naturale di piazza Navona.

 

Itinerari golosi: dove mangiare a Roma

Visitare Roma con bambini in due giorni mette anche una certa fame! Non puoi perderti la classica pizza “alla romana” dell’Antico Forno Roscioli, in via dei Giubbonari. Ma se cerchi il vero supplì romano devi necessariamente andare da Supplizio a via dei Banchi Vecchi.

Preferisci il dolce? Con gelati e affini c’è solo l’imbarazzo della scelta: Grom, Venchi, Giolitti, Old Bridge, La Romana, solo per citare i più famosi.

Fammi sapere cosa ne pensi e se hai domande scrivile pure nei commenti, ti risponderò molto volentieri.

Per il prezioso supporto fornito nella realizzazione di questa breve guida che ti spiega cosa visitare a Roma con bambini in due giorni, ringrazio Valentina Ansuini, storico d’arte e guida turistica autorizzata. Se ti va, puoi seguirla su Facebook (link valentinarometourguide) e Instagram (link valentina_rome_tour_guide).

 

Dopo aver letto Cosa vedere a Roma con bambini in due giorni ti consiglio di preparare la valigia e… non scordarti di leggere la nostra guida sul bagaglio a mano perfetto!

Bagaglio a mano bambini: la lista delle 10 cose più utili in viaggio

Cosa vedere a Praga con bambini: la guida per famiglie

Niente come viaggiare in famiglia richiede non solo organizzazione e pianificazione, ma anche e soprattutto la destinazione giusta. E cosa c’è di meglio di una meta piacevole per i genitori e divertente per i marmocchi? Ok, puoi ringraziarci, l’abbiamo trovata noi per te: visitare Praga con bambini al seguito è un’esperienza meravigliosa, che in futuro guarderai con affetto e nostalgia. 

L’incantevole capitale della Repubblica Ceca è una città medioevale che ha mantenuto nel corso dei secoli la caratteristica atmosfera magica e fiabesca. Perfetta per tutta la famiglia, oggi è una moderna capitale che offre sia attrazioni amate dai più piccoli che luoghi ricchi di storia e fascino.

Abbiamo preparato per te una speciale guida per famiglie della città ceca, utile per sapere in anticipo cosa vedere a Praga e andare a colpo sicuro.

 

 

 

LA COLLINA DI PETRIN ED IL LABIRINTO DEGLI SPECCHI

 

Un viaggio da fiaba non può che iniziare dalla Collina di Petrin, in passato uno dei vitigni di Re Carlo e oggi un posto splendido che sembra quasi uscito da “Alice nel Paese delle Meraviglie”. Quasi del tutto coperta da parchi, la Collina è inebriata dal profumo delicato del giardino delle rose e offre un’incredibile vista dall’alto, per un panorama di Praga da copertina!

Nella Collina di Petrin si trova la caratteristica torre della televisione, dall’aspetto molto simile alla Tour Eiffel di Parigi (link interno a relativo articolo). All’interno della torre è presente una delle attrazioni che ti faranno amare il soggiorno a Praga con bambini: il labirinto degli specchi. Facce deformate, corpi allungati, profili buffi da cartoni animati: il divertimento per grandi e piccini è assicurato.

E, nei mesi estivi, qui è possibile far salire i bimbi sul pony per un simpatico giretto nel verde. Scommettiamo che non finiranno di ringraziarti?

 

MUSEO DEI GIOCATTOLI E VICOLO D’ORO

 

Come giocavano i ragazzini prima dell’avvento delle varie PlayStation? I tuoi figli potrebbero persino essere in difficoltà nel rispondere! Portali all’interno del Castello di Praga, dove c’è il Museo dei Giocattoli, la seconda esposizione più grande al mondo: dall’antica Grecia a oggi, raccoglie giochi da ogni angolo del globo, con una certa predilezione per le Barbie.

Poco distante dal Museo dei Giocattoli, è d’obbligo una passeggiata nel Vicolo d’oro, un tempo ritenuta la strada degli alchimisti, che nelle loro casette basse e colorate provavano a trasformare il ferro in oro.

 

ZOO DI PRAGA 

Quale bimbo non ama gli animali? Tra le cose da vedere a Praga con i bambini, non può certo mancare lo storico Zoo della capitale ceca, uno dei più belli al mondo. Qui avrai la sensazione di essere sul serio in mezzo alla natura, essendo gli animali molto vicini ai visitatori, tanto che si riesce anche ad accarezzare i cuccioli per esempio.

 

ESCURSIONI IN BATTELLO

In primavera ed estate, dallo Zoo di Praga può partire un’emozionante escursione in battello sulla Moldava diretta in giro per la città, un’attività divertente che adora anche la gente del posto. Pronti per la mini crociera?

 

DINO PARK

Chiudiamo la nostra guida per famiglie con un’attrazione che non può mancare nel tuo viaggio: il Dino Park, un parco divertimenti a tema dove troverai tantissimi dinosauri a grandezza naturale, alcuni perfino animati! Tra le attrazioni presenti, perfino un preistorico pino Wollemi, l’albero più antico al mondo.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

illustrazione viaggi sogni e passione