I luoghi più instagrammabili di Roma.

Ci sono tantissimi scorci più o meno segreti per creare foto fantastiche nella città eterna. In questo articolo ti elenco i miei preferiti.

Ecco qualche suggerimento sui luoghi più instagrammabili di Roma.

Villa Borghese

instagrammabili di Roma

Villa Borghese è il parco più noto di Roma. Risalente al XVII secolo, era la tenuta privata del cardinal Scipione Borghese e si compone di circa 80 ettari.

qui hai veramente l’imbarazzo della scelta, i giardini segreti, la terrazza del pincio, la fontana dell’orologio ad acqua e l’intramontabile laghetto di villa borghese con tanto di barchette di legno e papere.

Trastevere

instagrammabili di Roma

E’ uno dei quartieri più caratteristici di Roma dove ci sono stretti vicoli colorati, trattorie romane, mercatini, negozietti e botteghe di artigiani.

Molto probabilmente per avere foto dove non appaiono centinaia di turisti in sottofondo, ti consiglio di andare la mattina presto.

Fori imperiali e Colosseo 

Il Parco archeologico del Colosseo comprende l’Anfiteatro Flavio, l’area del Foro Romano e del Palatino, la Domus Aurea sul colle Oppio, l’arco di Costantino e la Meta Sudans nella valle del Colosseo. 

Ovviamente non serve dirti che è una delle zone più suggestive per scattare foto fantastiche. Se ci vai di domenica mattina alle 8 avrai il Colosseo tutto per te e ti assicuro che ne varrà la pena.

Castel Sant’ Angelo

Edificato intorno al 123 d.C. come sepolcro per l’imperatore Adriano e la sua famiglia.

Puoi scattare foto da ponte Sant’Angelo oppure da Villa Adriana. In prossimità del castello troverai anche una giostra meravigliosa.

Villa Bonelli

Inizialmente nota come villa Balzani dal nome del suo primo proprietario ma nel 1925 venne acquistata dall’ingegnere Bonelli.

Si trova nella parte alta del quartiere Portuense. La particolarità di questa zona è la vista della Cupola di San Pietro che (illusione ottica) si avvicina se tu ti allontani.

Piazza di Spagna

Piazza di Spagna con la scalinata di Trinità dei Monti, è una delle più famose piazze di Roma.

Se vieni a Roma ora sei fortunata perché il nostro sindaco a vietato ai turisti di sedersi sui gradini quindi avrai molte più possibilità di fare belle foto.

Giardino degli Aranci

instagrammabili di Roma

Il Giardino degli Aranci è il parco Savello, posto sul colle Aventino, nel rione Ripa, da cui si gode una fantastica vista della città.

Puoi fare foto panoramiche o preferire le foto nel giardino.

Galleria Alberto Sordi

La galleria Alberto Sordi, situato in piazza Colonna, è stata inaugurata il 20 ottobre 1922.

Riaperta il 7 dicembre 2003 dopo la ristrutturazione, fu intitolata all’attore romano Alberto Sordi, scomparso proprio quell’anno, il 24 febbraio 2003.

Nel periodo natalizio è fantastica. Per foto eccezionali ti consigli di andare 10 minuti prima della chiusura.

Piazza Navona

Piazza Navona è una delle più celebri piazze di Roma, fatta costruire dalla famiglia Pamphili. La sua forma è quella di un antico stadio. 

Qui, a meno che tu non vada la mattina molto presto troverai sempre molta gente quindi meglio preferire foto da vicino.

Gianicolo

instagrammabili di Roma

E’ considerato l’ottavo colle romano dove potete ammirare la Fontana dell’Acqua Paola, è una fontana monumentale in marmo, creata nel XVII secolo per celebrare la riapertura dell’antico acquedotto romano, e il Faro Manfredi, construito nel 1911 fu un regalo degli italiani emigrati in Argentina. 

Ma potete vedere il bellissimo panorama.

Lungotevere

instagrammabili di Roma

I lungotevere sono dei viali che corre lungo il fiume Tevere a Roma.

Perdetevi tra i suoi muraglioni e se vi è possibile, fatelo in autunno perché foglie e colori creano un’atmosfera veramente unica.

Ti consiglio il tratto dell’Isola tiberina. L’ vale la pena anche scendere e costeggiare il fiume.

Tu conosci altri luoghi più instagrammabili di Roma?

Se ti piace fare aperitivo ti consiglio “Aperitivo a Roma con un bambino: 5 hotel Top”

Dove mangiare cucina tradizionale a Roma

Se sei a Roma e vuoi mangiare in un ristorante dove la cucina sia veramente quella tradizionale allora leggi questo articolo fino alla fine perché ti elenco i posti dove devi assolutamente andare.

La Fraschetta di Castel Sant’Angelo

Zona San Pietro. In questo ristorante l’ambiente è molto familiare e poco pretenzioso, i piatti rispettano la tradizione senza rivisitazioni sulle ricette. Il personale è allegro e molto cortese. Se vuoi mangiare la cucina tradizionale, a Roma devi passare da qui.

Da Oio (a casa Mia)

Il miglior ristorante di Testaccio. A mio avviso il miglior ristorante in assoluto di cucina romana. Gestione familiare dove trovi le abitudini casalinghe della nonna: il secondo piatto per il bambino che deve mangiare pasta e fagioli per far freddare la pietanza, ricette invariate come da tradizione, niente gourmet ma solo sapori autentici.

Cajo e Gajo

La loro forza è senza dubbio la Carbonara anche se le porzioni dei piatti non sono proprio “alla romana”.

Grazia e Graziella

Dove se non Trastevere per mangiare la vera cucina tradizionale a Roma?A due passi da piazza S. Maria in Trastevere c’è un ristorante dove la gente fa la fila ed è disposto ad aspettare anche le 23 per cenare. La forza di questo posto, oltre alla cucina ovviamente, è il servizio. Veramente impeccabile.

Questo articolo ovviamente è in continua evoluzione.

I ristoranti che trovi qui sono stati “testati” da noi. Alcune foto sono state prese da Tripadvisor perché non avevamo immagini da inserire.

Se vuoi segnalarci un ristorante, mandaci un messaggio.

Scopri anche le 5 migliori gelaterie di Roma

Roma Jazz Festival 2019

Roma Jazz Festival

Roma Jazz Festival 2019  dal 1° novembre al 1° dicembre 2019

 

No borders. Migration and integration è l’attualissimo titolo di questa edizione.

Un programma pensato per indagare come oggi la musica jazz rifletta una irresistibile spinta a combattere vecchie e nuove forme di esclusione e a creare occasioni di incontro e confronto fra le persone.

Nato come risultato/reazione/sintesi di fenomeni drammatici, come la tratta degli schiavi africani nelle Americhe e le conseguenti discriminazioni razziali, il jazz è un linguaggio universale, uno straordinario serbatoio di risposte creative alle domande e alle tensioni continuamente suscitate da tematiche come confini, migrazioni e integrazione, la cui  sempre crescente presenza nel dibattito pubblico ci obbliga a riflettere e a prendere posizione.

Roma Jazz Festival
Archie Shepp

Fra l’affermazione di una nuova generazione di musiciste che rompono le discriminazioni di genere; le sperimentazioni di inedite ibridazioni dei linguaggi e la riflessione sul dramma delle nuove migrazioni.

Il messaggio del Roma Jazz Festival 2019 è che possiamo comprendere il concetto di confine solo se accettiamo anche la necessità del suo attraversamento.

Iprotagonisti della 43° edizione del Roma Jazz Festival che animeranno la Capitale con 21 concerti fra l’Auditorium Parco della Musica, la Casa del Jazz, il Monk e l’Alcazar sono i mostri sacri come: Archie Shepp, Abdullah Ibrahim, Dave Holland, Antonio Sánchez e Ralph Towner.

La nuova scena rappresentata da Donny McCaslin, Kokoroko, Cory Wong e Moonlight Benjamin.

Roma Jazz Festival
Moonlight Benjamin / studio / coverCD

Le deviazioni mediterranee dei Radiodervish e dell’ensemble Mare Nostrum con Paolo Fresu, Richard Galliano e Jan Lundgren.

Le grandi protagoniste femminili Dianne Reeves, Carmen Souza, Linda May Han Oh e Elina Duni. E poi ancora: Tigran Hamasyan, Federica Michisanti, Luigi Cinque, Gabriele Coen, Roberto Ottaviano, Big Fat Orchestra. 

Il Roma Jazz Festival 2019 è realizzato con il contributo del MIBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed è prodotto da IMF Foundation in co-realizzazione con Fondazione Musica per Roma.

 

 

Scoprire Roma con Foxtrail

Scoprire Roma con Foxtrail

Se sei a Roma ed hai voglia di far divertire i tuoi bambini come non mai allora devi assolutamente prenotare un tour con Foxtrail. Puoi scegliere due partenze: Villa Borghese o Trastevere. Noi abbiamo scelto Villa Borghese ed abbiamo passato una giornata veramente indimenticabile.

Cos’è Foxtrail?

Foxtrail nasce oltre 10 anni fa in Svizzera con oltre 50 percorsi  in 15 diverse città in tutto il paese.

Nel 2017 arriva fino ad Helsinki, e nell’estate 2018 a Berlino e Norimberga. Invece nel 2019 è stata l’ora di altre due capitali europee: Londra e Roma.

Le prossime aperture saranno a Parigi e a Dubai.

Foxtrail

Foxtrail è sicuramente un nuovo modo per conoscere la città  in maniera divertente; è un mix tra un escape game all’aperto e una caccia al tesoro, basato su percorsi interattivi ludico-turistici.

Come funziona

Per prima cosa bisogna andare sul sito  e consultare il calendario per prenotarsi.

Successivamente tii arriverà una mail di conferma con allegato tutto il materiale necessario per affrontare il percorso che hai scelto.

Raggiungi la tappa iniziale che ti è stata comunicata al momento della prenotazione. Per iniziare manda un messaggio alla help line con il numero di prenotazione e riceverai il primo indizio per cominciare il gioco. Mi raccomando… ricordati di sorridere.

Ogni percorso è di circa 3 km ed è suddiviso in 18 tappe, i gruppi possono essere formati da minimo 2 persone con massimo di  6 persone.

Ci sono due percorsi: il primo percorso si chiama “Villa Borghese Dreamers”, invece il secondo si chiama “Trastevere Revolution”.

Il costo è di 17 euro e di 12 euro ridotto per i bambini, per le famiglie è previsto un biglietto scontato.

È una esperienza  per le famiglie, per le scuole, con dei gruppi d’amici, ma anche  per i team building e per il turismo. In questi percorsi la collaborazione e il gioco di squadra sono fondamentali per trovare la volpe!

Ovviamente potrei darti tantissime altre informazioni ma rischierei di rovinarti la sorpresa… 

Cose da sapere sul percorso di Villa Borghese

  1. Indossate scarpe molto comode, meglio se da ginnastica.
  2. Se hai bambini piccoli non autonomi questo percorso non è adatto. Verso la fine ci saranno molte scale e se avete il passeggino non potrete andare.
  3. Preparati a camminare veramente molto. 
  4. Alla fine del percorso c’è una bella sorpresa.

Questo tour è un modo diverso per conoscere alcuni luoghi magici della capitale ma, soprattutto, è un modo per guardare da un altro punto di vista luoghi che conosciamo.

 

Non mi resta che augurarti BUONA CACCIA ALLA VOLPE!

Santa Severa con bambini. Località turistica per famiglie

Santa Severa è un importante centro turistico balneare a circa 50 km dalla capitale.

Fu costruita così come la vediamo oggi dai gerarchi fascisti che passavano qui le loro vacanze estive. La zona “vecchia” ci regala bellissime ville con giardini immensi anche se negli ultimi anni sono state quasi tutte sostituite da villette a schiera di dubbio gusto. Ma si sa, il Dio denaro regna sovrano anche negli angoli di Paradiso.

Per molti decenni ha ospitato la “Roma bene” infatti molti romani “dell’ alta borghesia” dal mese di giugno si spostavano nella casa al mare per godere della pace e la bellezza di questo posto. Gli ex Presidenti della Repubblica Scalfaro e Ciampi avevano una casa qui. Oggi è ancora la meta preferita delle famiglie romane e da giugno a settembre si riempie di famiglie e turisti.

Santa Severa conserva ancora il clima di eleganza e classe che l’ha contraddistinta negli anni passati .

Cosa fare a Santa Severa

Seppur una piccola località, questo paese offre tantissime attività per passare una vacanza spensierato con i propri bambini.

Mare, storia, divertimento, eventi e cibo caratterizzano le giornate delle famiglie che decidono di trascorre qui i mesi estivi tra una passeggiata sul lungo mare ed una pedalata in bicicletta.

Castello di Santa Severa

Sopra ad ogni attività, spicca il Castello di Santa Severa ormai aperto al pubblico da diversi anni. Il Castello per i tre mesi estivi si trasforma in una grande arena dove eventi di ogni genere si alternano settimanalmente. Trovi qui il calendario di tutti gli eventi in programma.

Il Castello offre meravigliose attività tutto l’anno. A dicembre 2018 è stato inaugurato il Castello di Babbo Natale 

Dove andare in spiaggia

Ovviamente se visiti Santa Severa non puoi perderti il bellissimo mare. L’acqua è cristallina e potrai scegliere tra innumerevoli lidi o suggestive spiagge libere.

Lido ll Marinaio

Questo stabilimento, a circa 200 mt dal Castello, è per servizi e posizione, il più bello in assoluto di Santa Severa. Sei file di ombrelloni color panna distanti tra loro 6 mt. Ambiente elegante e clima amichevole. Ha un servizio impeccabile, 4 giovani uomini in divisa ti aiuteranno in caso di bisogno. C’è una cassaforte in ogni ombrellone, controllata da un braccialetto magnetico. A disposizione della clientela spogliatoi, ristorante (ottimo) e bar. È presente un area giochi per bambini, docce calde e bagni. In spiaggia sono presenti tre bagnini costantemente impegnati a garantire la sicurezza dei clienti.

 

Spiaggia libera

Se invece preferisci la spiaggia libera a Santa Severa hai l’imbarazzo della scelta perché le spiagge libere si alternano ai lidi per tutta la lunghezza della costa. La più suggestiva è sicuramente la spiaggia attrezzata ai piedi del Castello. Farai il bagno sotto il maestoso Castello di Santa Severa ma ricorda di portare le scarpine da scoglio perché in acqua ci sono molti sassi.

Ovviamente è una zona più spartana ma c’è la possibilità di affittare lettini ed ombrellone.

Riserva Naturale di Macchiatonda

Questa bellissima riserva si trova a 4 km da Santa Severa (accesso dalla via Aurelia). Non ci sono strutture recettive quindi porta con te dell’acqua per il tuo bambino. Potrai fare una passeggiata immersa nella natura ed osservare da vicino una ricchissima flora e fauna territoriale. Il giro della riserva dura circa un paio di ore.

Gita in Barca

Se vuoi passare una giornata in mare potrai affittare un gommone o un motoscafo presso il Centro Nautico Tirreno. Sarà veramente bello per te e la tua famiglia gettare l’ancora davanti il castello e fare il bagno nelle profonde acque cristalline. Attenzione alle meduse però…l’ultima volta ne abbiamo incontrata una grande quanto la ruota di un tir.

 

Aviosuperficie: una passeggiata tra le nuvole

Più che il mare preferisci il cielo? Allora puoi noleggiare un ultraleggero (se hai il brevetto) o prendere lezioni di volo. O, perché no, arrivare a Santa Severa direttamente in volo. Troverai una pista in erba ben curata di 500 mt.

Dove dormire

Se vuoi passare una notte da sogno e regalare ai tuoi bambini un’esperienza imperdibile allora puoi alloggiare nell’ostello del Castello di Santa Severa. Le camere sono spaziose e confortevoli.

Santa Severa        Santa Severa       Santa Severa

 

Se invece cerchi una struttura alberghiera direttamente sul mare puoi prenotare una camera vista mare presso Pino al Mare. Qui potrai usufruire del servizio completo con ristorante e spiaggia.

Dove mangiare ottimo pesce

Santa Severa offre una vasta scelta di ristoranti di tutti i tipi e per tutte le tasche. Ovviamente, stando sul mare, l’offerta si concentra su piatti di pesce. Qui trovi tra i migliori e più rinomati ristoranti di pesce del litorale laziale.

Pino al Mare

Istituzione e garanzia. Carta dei vini interessante, menù ricercato e servizio impeccabile.  Nel menù non c’è nulla che non mangerei. Ti consiglio di prenotare con largo anticipo perché è difficile trovare posto. Se riesci, prendi un tavolo sulla zattera… è veramente molto romantico mangiare lì.

L’isola del pescatore

Il punto di forza di questo ristorante è la location: sulla spiaggia ai piedi del Castello.

Questo ristorante è molto famoso a Roma e non è difficile incontrare calciatori e personaggi dello spettacolo. Si mangia molto bene ed il menù è veramente sorprendente. Il servizio è impeccabile ma non potrebbe essere altrimenti…sono dei grandi professionisti. Dall’antipasto al dolce non saprei proprio cosa consigliarti… è tutto da provare!

Dove mangiare la pizza

Se preferisci una pizza ti consiglio l’Angoletto. Mangerai una pizza romana fantastica! L’Angoletto offre anche il servizio d’asporto.

 

Santa Severa

Ristorante di carne

Agriturismo Guendalina

A Santa Severa puoi trovare proposte interessanti anche sulla carne. Appena fuori il centro abitato, c’è l’agriturismo Guendalina che offre un’offerta culinaria a km zero e bio. Tutto ciò che mangerai proviene dal loro allevamento (carne e verdure), la pasta ed i dolci sono fatti in casa. Inoltre i tuoi bambini potranno giocare liberamente nel parco dell’agriturismo ed osservare da vicino gli animali.

Perché Santa Severa?

Santa Severa è una località tranquilla dove i bambini possono giocare liberamente senza il terrore delle auto. Infatti, a differenza della vicina Santa Marinella, non è attraversata dall’Aurelia (SS1). Il modo più comodo per girare è la bicicletta. Puoi affittarne una in loco anche se molti appartamenti ne lasciano alcune a disposizione del villeggianti.

Ciò che contraddistingue questo posto è il clima elegante e rilassante.

Insomma, ora hai tutte le informazioni utili per passare un bella vacanza. Divertiti e… se vieni fammelo sapere così prendiamo un caffè.

 

Miriam

 

 

 

 

Il Castello di Babbo Natale a Santa Severa

Il Castello di Babbo Natale a Santa Severa

Castello di Babbo Natale

Quest’anno il meraviglioso Castello di Santa Severa, per la prima volta, apre le porte al Natale trasformando il borgo medievale nel Castello di Babbo Natale e dei suoi aiutanti elfi. Noi, da bravi cittadini di Santa Severa, abbiamo atteso con ansia questo momento con la gioia di chi non deve prendere l’auto e fare ore di macchina per regalare al proprio figlio qualche ora di magia.

L’inaugurazione c’è stata oggi 8 Dicembre alle 17 ma già dalle 10 era possibile accedere al Castello di Babbo Natale.

Il biglietto di 10€ per gli adulti e 5€ per i bambini dai 6 anni ti permette di accedere alla casa di Babbo Natale ed assistere agli spettacoli che purtroppo non siamo riusciti a vedere.  La casa di Babbo Natale è una piccola area su due piani dove hanno allestito la casa degli elfi. Credo che gli spazi siano un po’ angusti per ospitare tutta la gente che attendeva in fila di incontrare Babbo Natale. Un’interminabile fila in corridoi stretti con gente per lo più delusa e straziata dall’interminabile attesa.  

Dopo il tramonto

Castello di Babbo Natale

Al calar del sole però la situazione è decisamente cambiata. O almeno per quanto riguarda l’atmosfera natalizia.

Le luci posizionate su tutti i tetti del borgo abbinate  alla musica, hanno trasformato un evento più simile ad una promessa mancata, in un evento natalizio piacevole. Il Castello è diventato scenario di maestosi luminarie con giochi di colore. Ma non poteva essere altrimenti perché questo Castello rappresenta un’aerea storica di bellezza rara. Peccato però che se togliamo la suggestiva illuminazione, resta veramente poco per giustificare il prezzo del biglietto. Ciò per cui si paga il biglietto è poco desiderabile e i bambini passano più tempo nell’attesa che sulle ginocchia di Babbo Natale.

La zona più apprezzata da Flavio è stata la piccola pista di pattinaggio allestita all’esterno del Castello dalla Proloco di Santa Severa. 5€ per 30 minuti  è ciò che pagherai (oltre al biglietto) per far divertire un po’ tuo figlio ma si sa… per i figli non si bada a spese e poi è stato decisamente piacevole vedere Flavio pattinare felice mentre gustavamo una buonissima cioccolata calda di Cattive Compagnie.

Un prezzo decisamente sproporzionato quindi… soprattutto se hai visitato altri castelli di Babbo Natale con scenografie interne ben più suggestive. Difficile però superare il Castello di Santa Severa in esterna che vale veramente la pena vedere.

C’è da dire però che oggi è stato il primo giorno quindi molto più caotico. Diamo quindi il beneficio del dubbio all’organizzazione perché non sempre è buona la prima.

Il nostro consiglio?

Andare DOPO IL TRAMONTO e godersi il Castello e le meravigliose luci senza pensare troppo a Babbo Natale 😉

Aperitivo a Roma con un bambino: 5 hotel Top

L’aperitivo a Roma è uno di quei momenti a cui non so proprio rinunciare.

Con le amiche, con dei colleghi o con la famiglia, potrebbe essere un momento molto piacevole se scegliamo la location giusta.

Ma prima di alla mia personale Top 5 vorrei spiegarti perché nel mio blog non parlo di parchi gioco, teatrini di marionette ed eventi pieni di bimbi indemoniati… perché lo fanno tutti.

Ci sono centinaia di blog che raccontano eventi e luoghi dedicati esclusivamente ai bambini.

Io invece voglio raccontarvi di location meravigliose dove i bambini si divertono ed i genitori si rilassano. O forse è peccato? Io non credo… e spero di ispirarti per il prossimo aperitivo.

Ma ora vediamo dove andare a fare un aperitivo a Roma:

aperitivo a Roma

Hotel De Russie in via del Babuino

Uno dei più bei giardini segreti di Roma. L’ambiente è elegante ed il personale di sala estremamente gentile con i bimbi. L’aperitivo è molto ricco e non c’è niente di meglio che bere un prosecco in un posto come questo.

Hotel Gran Melia Rome in via del Gianicolo

Cosa dire di questo Hotel? Ai piedi del Gianicolo offre sia spazi interni che esterni. Se il tempo lo permette puoi fare l’aperitivo a bordo piscina. La sala interna è molto bella ed accogliente.

Palazzo Dama Lungotevere Arnaldo da Brescia

Uno dei miei posti preferiti…pace e tranquillità contraddistinguono questo posto (che verranno ovviamente spezzate dalle risate dei bambini).

Hotel Locarno in via della Penna

Qui troverai un aperitivo assolutamente eccezionale. Cartoccio di fritti e Fingher food ti faranno dimenticare ogni genere di dieta. Peccato che il mio cartoccio se lo sia mangiato tutto Flavio.

Zuma Palazzo Fendi in via della fontanella di Borghese

Questo locale è meraviglioso e te ne innamorerai. Fantastica anche la terrazza. L’atmosfera è calda, accogliente ed elegante… unica pecca è che non prendono le prenotazioni quindi ti consiglio di andare presto.

Sei pronto per un aperitivo fantastico? Fammi sapere se ci vai e come ti sei trovato ovviamente. Se invece vuoi consigliarmi altre location scrivilo pure nei commenti.

 

Se hai un’intera giornata da dedicare a Roma, non puoi assolutamente perdere il nostro articolo per visitarla in un giorno .

Se invece all’aperitivo preferisci il gelato, ecco le migliori gelaterie

 

 

Roma in un giorno: cosa vedere

Hai solo 24 ore e non sai se è possibile visitare Roma in un giorno? E’possibile!

Ovviamente non potrai vedere tutti i monumenti ma in questo articolo ti raccontiamo un itinerario che ti permetterà di goderti la tua giornata nella Capitale alternando Arte, cultura e divertimento. Qui invece puoi trovare un articolo che ti consiglia cosa visitare a Roma in due giorni con un bambino.

Una settimana fa io e mio marito ci siamo trovati soli. Flavio era in montagna con i nonni e, a differenza di altre volte, non avevamo voglia di prendere un aereo o di fare troppe ore di auto.

E’ stato in quel momento che abbiamo deciso di prenotare un hotel a Roma (la nostra città) e giocare a fare i turisti. In fondo… Roma non l’abbiamo mai visitata veramente quindi perché non farlo?

In questi casi, è fondamentale scegliere il quartiere giusto. Noi abbiamo scelto Rione Monti.

Siamo arrivati in hotel verso le 19 di sabato e dopo aver sistemato la valigia in camera siamo scesi a fare una passeggiata a piedi. La prima cosa da fare è prenotare la bici elettrica per il giorno dopo. Su via Cavour trovi Bici & Baci, l’unico ad aprire alle 8,30 di mattino.

Piazza Madonna dei Monti è sempre gremita di gente, i vicoli sono pieni di turisti che entrano ed escono dai locali. Qui è molto facile “capitare” in un ristorante turistico dove il cibo è pessimo e non è ciò che cercavamo.

Abbiamo passeggiato circa un’ora, poi abbiamo scelto “Grazie a Dio è venerdì”. Posto spartano e non molto grande ma la pizza è veramente molto buona. Gelato e poi via a letto…domani ci si alza molto presto perché se hai un solo giorno non puoi permetterti di dormire fino a tardi… e poi… hai mai visto Roma alle 8 di mattina? Ecco… questo è il vero spettacolo!

Roma

Mattina- Roma in un giorno

La prima tappa è senza dubbio il Colosseo.

Nella sua magnificenza, sembra ancora più grande alle 8 di domenica mattina. Tra massimo mezz’ora inizieranno ad arrivare i primi gruppi di turisti ma per il momento è tutto tuo.

Una volta fatte tutte le foto ci siamo avviati verso Piazza Venezia percorrendo via dei Fori Imperiali…  Nessuna macchina, nessun turista. Puoi camminare in mezzo alla strada e respirare la maestosità dell’impero romano.

Sulla destra, se guardi bene vedrai delle tribune dove poterti sedere ma ti consiglio di tornarci al tramonto. I colori caldi del sole rendono magico questo scorcio di storia.Roma

Una pedalata fino a Piazza del Popolo attraversando tutta via del Corso e poi colazione nel giardino dell’Hotel De Russie in via del Babuino.

Dopo una breve sosta per mangiare qualcosa si sale verso la passeggiata del Pincio e ci si addentra nella meravigliosa Villa Borghese. Eccoci di nuovo su Viale della Trinità dei Monti fino a scendere a Piazza di Spagna dove potrai bere un buonissimo thè freddo alla fragola in una delle sale da thè più antiche di Roma.

E’ quasi ora di pranzo ma prima di andare a mangiare andiamo a vedere la famosissima Fontana di Trevi. Lì vicino c’è una bellissima che in pochi conoscono. E’ la Galleria del Palazzo Sciarra Colonna di Carbognano. Non potrai entrarci in bici quindi parcheggiala (e legala) e fai una passeggiata a piedi. Subito dopo la galleria troverai il tuo ristorante. Senza troppe pretrese ma assolutamente fantastico.

Pomeriggio- Roma in un giorno

Riprendiamo la bici e ci avviamo verso il Phanteon, una sosta per il caffè più buono di Roma a Piazza Sant’Eustachio o per un gelato in una delle migliori gelaterie di Roma e poi raggiungiamo Piazza Navona. Dà li percorriamo tutta via del Governo Vecchio con le sue Boutique e i negozi vintage fino a raggiungere Lungotevere. Attraversiamo il ponte e ci troviamo davanti Castel Sant’Angelo.

Ancora qualche pedalata ed arriviamo San Pietro.  Attraversiamo di nuovo il Tevere all’altezza di Largo dei Fiorentini. Lì c’è l’omonima chiesa dove la Domenica i romani portano i loro amici animali a messa. A pochi metri puoi prendere Via Giulia, la prima via romana costruita dritta.

Questa zona è la mia preferita e non poteva mancare nel giro da fare assolutamente se vuoi visitare Roma in un giorno.

Qui ci sono cresciuta e la ritengo l’area del centro storico più vera, dove ancora trovi gli anziani seduti in strada a chiacchierare con i passanti.  In questa area c’è Campo de Fiori, Torre Argentina ed il Ghetto.

Se costeggi il Tevere puoi vedere anche l’Isola Tiberina. Dall’altra parte c’è Trastevere con tutta la sua storia. Se hai tempo (e voglia) puoi attraversare nuovamente il Tevere e pedalare tra i vicoli che separano Piazza Trilussa a Piazza Santa Maria in Trastevere.

Puoi fermarti a prendere una birra fresca al Bir&Fud e poi tornare sulla sponda nobile e raggiungere nuovamente Piazza Venezia.

E’ il tramonto… ora puoi fermarti sulle tribune che hai visto questa mattina in Via dei Fori Imperiali. A quest’ora i colori sono caldi, il clima più fresco e ti renderai conto di quanto rilassante sia osservare il Foro di Traiano.

Se non vuoi visitare Trastevere ti consiglio di tornare nei pressi di Via del Corso e raggiungere la Rinascente di via del Tritone.

L’aperitivo sulla terrazza è assolutamente d’obbligo. In alternativa puoi prendere un aperitivo nella terrazza dell’hotel Cesari. La sua terrazza è nella Top Five di Roma.

Sta per finire la giornata e sei riuscito a vedere il 70% del centro storico di Roma senza troppa fatica. Ovviamente per poter visitare tutti i luoghi indicati è necessaria la bicicletta altrimenti a piedi non riusciresti a fare neanche la  metà del tour che abbiamo studiato (e prima provato) per te.

Spero ti sia piaciuto girare Roma in un giorno e, soprattutto, che ti sia innamorato della mia meravigliosa città!

Guarda le foto

 

 

 

 

Le 5 migliori gelaterie di Roma

Oggi parliamo delle 5 migliori gelaterie di Roma.

Cremoso, fruttato, fresco: il gelato è, secondo i nutrizionisti, un alimento completo che può essere un nostro ottimo alleato, soprattutto quando le temperature iniziano a diventare super calde. E poi è anche uno degli alimenti che i nostri bambini amano.

Ecco l’elenco di Valentina Ansuini (https://business.facebook.com/ValentinaRomeTourGuide/) delle 5 migliori gelaterie che non potete assolutamente  perdere durante il vostro soggiorno a Roma. Sono state selezionate per l’ottima qualità e anche per la location, accanto alle principali attrazioni turistiche:

La Romana gelaterie di Roma

Via Venti settembre, 60 (vicino alla stazione termini) e via Cola di Rienzo, 2 (non lontano dal Vaticano). Gustate i sapori tradizionali realizzati esclusivamente con prodotti selezionati, seguendo le antiche ricette del passato. Il mio gusto preferito? Croccante della nonna, realizzato con crema al caramello, irresistibili pinoli e mandorle croccanti.

Ponticello vecchio

Viale dei bastioni di Michelangelo, 5. La lunga fila al di fuori del negozio, a pochi passi dai Musei Vaticani, è una dimostrazione dell’autentica qualità di questo gelato che, nel corso degli anni, è diventato una vera e propria istituzione a Roma. Oltre al gelato, potrete gustare yogurt ghiacciato o un sorbetto fresco, ovviamente fatto con ingredienti freschi e genuini.

Venchi

 gelaterie di Roma

via del corso, 335. Ci sono molti negozi Venchi a Roma, ma la posizione di quello in via del corso è perfetto per una sosta durante una passeggiata nel centro della città. Tra la Fontana di Trevi e il Pantheon, rimarrete affascinati dalla cascata di cioccolato dietro il bancone e, soprattutto, dalla deliziosa cremosità di questo gelato. È inoltre possibile trovare una vasta scelta di cioccolatini e pasticcini per la stagione fredda.

 

Grom

Via Agonale 3, all’angolo con Piazza Navona. 100% naturale. Questo gelato e i suoi ingredienti, non contengono aromi, colori, conservanti o emulsionanti di qualsiasi tipo. Ottima cioccolata calda per scaldare una passeggiata invernale.

Frigidarium

Via del governo vecchio, 112. Vicinissimo a Piazza Navona, questo è un gelato artigianale a conduzione familiare. Il nome richiama le pozze d’acqua fredda all’interno delle Terme romane, dimostrando la vera passione che anima i proprietari del negozio e la continuità tra passato e presente che fa di questo gelato qualcosa per i veri romani.

 

Le gelaterie di Roma sono veramente tante. Oggi vi abbiamo parlato di quelle che, per la nostra cara amica Valentina Ansuini storico d’arte e guida turistica autorizzata, riscuotono maggior successo.

Trovate l’articolo originale nella sua pagina Facebook 

 

Se vuoi conoscere i migliori ristoranti di New York a “prova di italiano” dove andare con i tuoi bambini, leggi questo articolo.

Ristoranti a New York per famiglie

 

 

 

Castello di Santa Severa

Il Castello di Santa Severa si trova a circa 40 km da Roma e dopo molti anni è stato finalmente riaperto al pubblico lo scorso Aprile.

Il castello è considerato uno tra i più importanti monumenti sulla costa tirrenica a nord di Roma.

Ciò che lo rende veramente speciale poi è la possibilità di visitare l’antico borgo medioevale e poi spostarsi in spiaggia per trascorrere una giornata al mare.

 

Lo raggiungi percorrendo la ss1 Aurelia (km 53) oppure con l’autostrada A12 (uscita Santa Severa/Santa Marinella).

Davanti al castello c’è un parcheggio molto grande ed un chiosco dove puoi prendere un caffè o un gelato. I bambini possono correre liberamente…attenzione solo ai cavalli…spesso passeggiano da quelle parti 😉

Un po’ di storia

 

Il castello di Santa Severa sorge sul sito etrusco di Pyrgi, la città portuale di Caere, (oggi conosciuta come Cerveteri) fondata agli inizi del VI secolo a.C..

Nel III secolo a.C. ci fu la romanizzazione del territorio costiero, e venne fondato il castrum romano di Pyrgi, circondato da possenti mura.

In epoca medievale si formò il borgo Castellum Sanctae Severae.

Il Castello così come lo conosciamo oggi venne costruito nel XIV secolo.

Tra il Cinquecento e il Seicento ha ospitato Gregorio XIII, Sisto V e Urbano VIII.

Nel 1943 è stato utilizzato dai Tedeschi come postazione militare strategica.

 

Biglietto d’ingresso

L’ingresso è gratuito per tutti gli spazi aperti del castello. Potrai acquistare un biglietto di 11€  per visitare la Torre Saracena, il Museo del Castello, il Museo del territorio, la Manica Lunga, l’Antiquarium, il Museo del Mare e della Navigazione antica.

Salire sulla torre è stato emozionante però dovrai fare molte scale (strette e ripide) quindi ti consiglio di portare con te un marsupio se hai un bimbo piccolo. La vista è mozzafiato ma c’è sempre parecchio vento. Porta con te un sciarpina per il bambino.

 

Dopo la visita puoi spostarti in spiaggia. Accanto al castello c’è una spiaggia libera. Ti consiglio di fare una passeggiata sul lungomare di Santa Severa. I bimbi potranno girare liberamente in bicicletta o con i pattini. Nelle giornate di sole ci sono tantissime famiglie ed è veramente piacevole riscaldarsi al sole.

Se poi vuoi fermarti anche a pranzo ti consiglio il ristorante Pino al Mare. Qui nel periodo estivo potrai mangiare direttamente sulla spiaggia.

 

 

Facci sapere se vieni a Santa Severa, sarò felice di incontrarti per un caffè 😉

 

 

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

illustrazione viaggi sogni e passione