Torino Tattoo Convention 2019

Torino Tattoo Convention

Torino Tattoo Convention 2019 dal 13-15 Settembre al Lingotto Fiere.

 

Torino a Settembre diventa per la decima  volta capitale del tattoo.

La Torino Tattoo Convention rappresenta  un’occasione imperdibile per vedere all’opera i grandi maestri dell’inchiostro. oltre 400 tatuatori, e per farsi realizzare un tatuaggio da professionisti internazionali.

Torino Tattoo Convention è tra le 10 fiere migliori in Europa e tra le tre migliori in Italia.Torino Tattoo Convention

I tatuatori  i più attesi sono: Mambo, Alex Santucci, Stefano Galati, Michele Agostini, Alessio Ventimiglia, Gianluca Artico, Davide Monz, Fabio Onorini, El Tanque ed infine Fulvio Vaccarone.

Fra le donne italiane più popolari invece: Carolina Caos Avalle, Vinnie Cut, Michela Bottin, Anna Rimoli e Sara InkHeart.

Sempre più numerosi gli ospiti internazionali, in arrivo anche dall’Australia e dall’Asia.

Trovimo dalla Polonia Max Pniewski, dall’Inghilterra Sorin Cacio, dall’Australia Mr Ping Pong, dalla Russia Sergey Shamott, dalla Corea del Sud Yeo e JD Choongwongart e infine dal Giappone Yuji Sakurada Horizakura.

 

Novità di quest’anno: gli studi certificati per effettuare la rimozione dei tatuaggi con laser terapia.

Una consulenza preziosa per tutti i “tatuati pentiti” che vogliono cancellare un disegno ormai sgradito.

Ricchissimo il programma dell’evento: live show, concerti, mostre, esposizioni, lo street food più rock e un dj set con artisti d’eccezione fra i quali Andrea Rock and The Rebel Poets, Rödja, Hellravers, Rise & Betty Style, Simonini e Margot.Torino Tattoo Convention

Un lounge bar soppalcato permette di ammirare dall’alto gli artisti all’opera e rifocillarsi con un drink.

Proprio la zona lounge sarà il palcoscenico di un’altra novità: la limited edition Bulleit Bourbon Tattoo Bottle, realizzata dalla famosa tattoo artist Jess Mascetti.

In Italia sarà possibile trovare esclusivamente la bottiglia tatuata dalla famosa tatuatrice che sarà in mostra per tutta la durata della manifestazione.

 

Tre giorni ricchi di inchiostro e divertimento per un evento rumoroso e affascinante.

Evento dedicato a tutti gli ink-addicted, ma anche a tutti i curiosi che vogliono respirare un’atmosfera fuori dagli schemi.

 

Short Theatre 2019

Short Theatre

Short Theatre 2019: uno dei più importanti appuntamenti sul piano internazionale con le performing arts e la creazione contemporanea.

Questa edizione, dal 6 dal 14 settembre, animerà la Capitale negli spazi de: La Pelanda, WeGil, Teatro Argentina, Teatro India e Carrozzerie n.o.t..

 

Titolo di questa edizione: Visione d’insieme.

Short Theatre

La ritualità ipnotica del Leone d’Oro 2019 Alessandro Sciarroni e la discesa profonda negli abissi delle relazioni uomo-donna della finlandese/egiziana Samira Elagoz.

 

Short Theatre

Le mappature musicali e politiche di Invernomuto e l’house senza confini del principe del voguing Kiddy Smile. La censura dentro e fuori di noi analizzata dal più volte premio Ubu Manuela Cherubini e l’epica della resistenza femminile di Marta Cuscunà.

La riflessione sul corpo postcoloniale sviluppata dall’artista visivo: Kader Attia oppure  quella sul corpo, come archetipo pop, nella performance di Nora Chipaumire.

L’inventario delle parole di un territorio restituito da un juke box umano nell’Encyclopédie de la parole di Jorise lacoste e Elise Simonet; il catalogo di sogni e incubi stilato da Lancelot Hamelin per Italian Dreams, parte del suo progetto: The Light House Project.

Nove giorni per assistere alle creazioni e alle visioni di: Alessandra Di Lernia, Alex Cecchetti, Angélica Liddell, Anne Lise Le Gac & Arthur Chambry, Barokthegreat, Claudia Castellucci, Deflorian/Tagliarini, DOM- + Boato\Danesin.

Ma anche: Ginevra Panzetti/Enrico Ticconi, Jaha Koo, Marie Losier, Mk, Motus, Nyamnyam, OKO DJ, Sara Leghissa/Strasse + Carlo Fusani, Shawala ed infine Sirna/Pol.

Senza dimenticarele per esempio: le sonorizzazioni di Tropicantesimo, alle riflessioni di Panorama Roma e alla programmazione speciale infine di OHT_Little Fun Palace.

 

Grande novità di questa edizione l’inaugurazione di un nuovo centro di vita del festival: gli spazi di WeGil.

Spazi che ospiteranno i primi due giorni di programmazione di Short Theatre 2019, il 6 e 7 settembre.

Un flusso ininterrotto di performance, installazioni, listening session e momenti di riflessione abiterà lo storico palazzo di Trastevere; per far dialogare le forme razionaliste ideate dall’architetto Moretti nel 1933.

 

Edizione da vedere e da vivere.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

illustrazione viaggi sogni e passione