Cosa vedere a Praga con bambini: la guida per famiglie

Niente come viaggiare in famiglia richiede non solo organizzazione e pianificazione, ma anche e soprattutto la destinazione giusta. E cosa c’è di meglio di una meta piacevole per i genitori e divertente per i marmocchi? Ok, puoi ringraziarci, l’abbiamo trovata noi per te: visitare Praga con bambini al seguito è un’esperienza meravigliosa, che in futuro guarderai con affetto e nostalgia. 

L’incantevole capitale della Repubblica Ceca è una città medioevale che ha mantenuto nel corso dei secoli la caratteristica atmosfera magica e fiabesca. Perfetta per tutta la famiglia, oggi è una moderna capitale che offre sia attrazioni amate dai più piccoli che luoghi ricchi di storia e fascino.

Abbiamo preparato per te una speciale guida per famiglie della città ceca, utile per sapere in anticipo cosa vedere a Praga e andare a colpo sicuro.

 

 

 

LA COLLINA DI PETRIN ED IL LABIRINTO DEGLI SPECCHI

 

Un viaggio da fiaba non può che iniziare dalla Collina di Petrin, in passato uno dei vitigni di Re Carlo e oggi un posto splendido che sembra quasi uscito da “Alice nel Paese delle Meraviglie”. Quasi del tutto coperta da parchi, la Collina è inebriata dal profumo delicato del giardino delle rose e offre un’incredibile vista dall’alto, per un panorama di Praga da copertina!

Nella Collina di Petrin si trova la caratteristica torre della televisione, dall’aspetto molto simile alla Tour Eiffel di Parigi (link interno a relativo articolo). All’interno della torre è presente una delle attrazioni che ti faranno amare il soggiorno a Praga con bambini: il labirinto degli specchi. Facce deformate, corpi allungati, profili buffi da cartoni animati: il divertimento per grandi e piccini è assicurato.

E, nei mesi estivi, qui è possibile far salire i bimbi sul pony per un simpatico giretto nel verde. Scommettiamo che non finiranno di ringraziarti?

 

MUSEO DEI GIOCATTOLI E VICOLO D’ORO

 

Come giocavano i ragazzini prima dell’avvento delle varie PlayStation? I tuoi figli potrebbero persino essere in difficoltà nel rispondere! Portali all’interno del Castello di Praga, dove c’è il Museo dei Giocattoli, la seconda esposizione più grande al mondo: dall’antica Grecia a oggi, raccoglie giochi da ogni angolo del globo, con una certa predilezione per le Barbie.

Poco distante dal Museo dei Giocattoli, è d’obbligo una passeggiata nel Vicolo d’oro, un tempo ritenuta la strada degli alchimisti, che nelle loro casette basse e colorate provavano a trasformare il ferro in oro.

 

ZOO DI PRAGA 

Quale bimbo non ama gli animali? Tra le cose da vedere a Praga con i bambini, non può certo mancare lo storico Zoo della capitale ceca, uno dei più belli al mondo. Qui avrai la sensazione di essere sul serio in mezzo alla natura, essendo gli animali molto vicini ai visitatori, tanto che si riesce anche ad accarezzare i cuccioli per esempio.

 

ESCURSIONI IN BATTELLO

In primavera ed estate, dallo Zoo di Praga può partire un’emozionante escursione in battello sulla Moldava diretta in giro per la città, un’attività divertente che adora anche la gente del posto. Pronti per la mini crociera?

 

DINO PARK

Chiudiamo la nostra guida per famiglie con un’attrazione che non può mancare nel tuo viaggio: il Dino Park, un parco divertimenti a tema dove troverai tantissimi dinosauri a grandezza naturale, alcuni perfino animati! Tra le attrazioni presenti, perfino un preistorico pino Wollemi, l’albero più antico al mondo.

 

VISITARE SOFIA CON BAMBINI

È sicuramente una delle capitali europee meno conosciuta. Diciamo che non attrae turisti come Parigi, Londra, Amsterdam e Barcellona, ma non per questo è meno affascinante. Visitare Sofia con bambini è sicuramente un’esperienza che merita di essere vissuta!

Sofia ha una grande storia alle spalle e, se vuoi visitarla, devi inserirla in un contesto completamente diverso da ciò a cui sei abituato. Sofia, dopo Roma e Atene, è la città europea più antica. Questa città è stata invasa da Traci, Romani, Unni, Bizantini e Ottomani. Alla fine dell’Ottocento fu invasa dai russi e durante la seconda guerra mondiale dai tedeschi.

Perché è importante saperlo? Perché Sofia non appartiene a un’unica cultura o un’unica religione. A Sofia regna la multietnicità. Tienilo a mente quando arriverai in questa splendida città.

Essendo una meta poco gettonata, però, è possibile raggiungerla a prezzi veramente low cost. Un LEV bulgaro vale 0,50€ e riuscirai a mangiare benissimo spendendo veramente poco.

 



Cosa vedere a Sofia

Una delle sue maggiori attrazioni è senza dubbio la Cattedrale di Aleksandar Nevski. La più grande cattedrale ortodossa del paese. Attenzione però perché non è possibile fare foto al suo interno e gli uomini devono obbligatoriamente togliere il cappello per entrare. La cattedrale affaccia sulla piazza del Mercato, dove troverai tantissimi manufatti in legno artigianali e i giardini della piazza sono molto curati e con tante statue interessanti.

Un’altra tappa fondamentale è il Palazzo della Cultura e i giardini Tsentralna Banya. All’interno di questo immensa struttura troverai mostre, negozi e altre attività commerciali. È il più grande centro multifunzionale dell’Europa dell’Est, ospita spesso concerti. Al suo esterno troverai gli storici bagni pubblici e mille fontane che traboccano di acqua potabile e termale.

Una caratteristica della città sono sicuramente le tantissime chiese e moschee.

Se ti capita di visitare Sofia con bambini, ti consiglio di andare al Paradise Center, un grande centro commerciale. Noi ci siamo andati in un giorno di pioggia, ce lo hanno consigliato in hotel. Inizialmente non capivamo il motivo per cui saremmo dovuti andare in un centro commerciale per far giocare Flavio, ma arrivati lì abbiamo capito che ospita, all’ultimo piano, un parco avventura per bambini veramente fantastico. All’andata abbiamo preso un taxi ma ci abbiamo messo veramente tanto per via del traffico. Al ritorno abbiamo scoperto che davanti al centro commerciale c’è la fermata della metropolitana.

 

 

Vitosha Boulevard è una via del centro con negozi, locali e ristoranti. Piena di gente a ogni ora. Qui potrai trovare veramente tutto ciò che cerchi (e anche ciò che non cerchi). Particolare attenzione ai numerosi negozi di scarpe:

 

Central Market Hall (Tsentralni Hali). In tutte le guide troverai l’invito a visitare questo mercato coperto, quindi lo inseriamo anche noi. Quello che vogliamo specificare subito è che non ti troverai davanti al Gran Bazar di Istanbul, ma a un semplicissimo mercato coperto a due piani, dove al piano terra troverai un paio di bar e una cinquantina di bancarelle (principalmente di frutta secca) e al piano di sopra una decina di banchi di abbigliamento. Insomma, andate a vederlo ma non aspettatevi nulla di eccezionale.



Dove mangiare a Sofia

I ristoranti dove abbiamo mangiato e che ti consigliamo sono:

  • Raketa Rakia Bar. Non è in centro, quindi sarai costretto a prendere un taxi, ma ne vale veramente la pena. È un ristorante russo frequentato da gente del posto. Non far caso al “poco calore” dello staff. All’interno del ristorante c’è un’area lettura, dove trovi libri e manufatti in cirillico.
  • Daro più che un ristorante è una paninoteca con pochissimi posti a sedere, ma mangerai divinamente. Ricordati di chiedere la zuppa del giorno.
  • Moma nelle guide è considerato uno dei migliori ristoranti. Devi prenotare perché è sempre pieno. Si mangia molto bene ma le porzioni sono molto piccole e non è un ristorante propriamente “amico dei bambini”.
  • Raffy a prima vista ti può sembrare un posto “attira turisti”, grandissimo, aperto H24 e sempre pieno ma ti assicuriamo che si mangia benissimo, il personale è molto attento e disponibile con i bambini. E poi avere un punto di riferimento dove andare a qualsiasi ora è sempre utile, non credi?

 

 

Non sarà difficile, comunque, trovare altri ristoranti perché a Sofia noi italiani mangiamo molto bene. La cucina è a base di ottima carne e verdure di stagione. Attenzione però al peperoncino, a volte esagerano un po

 

Città sicura e tranquilla, ma poco internazionale

 

Più volte ci hanno chiesto se Sofia è una città sicura. Possiamo dirvi che una sera io e Flavio siamo dovuti tornare in hotel da soli e Stefano è rimasto al ristorante (guardava la partita). Nessuno ci ha disturbato e le strade del centro erano piene di gente. È una città tranquilla. Evitare però, ovviamente, i quartieri più popolari, ma questo ci sentiamo di raccomandarlo ovunque.

Ultimo punto, la lingua. Le indicazioni sono in inglese e cirillico. I bulgari sono molto affabili e gentili ma in pochi parlano inglese (soprattutto se esci dai circuiti turistici), anche se cercheranno in tutti i modi di capire di cosa avete bisogno. La maggior parte delle volte abbiamo usato il traduttore di Google italiano-bulgaro e siamo riusciti a comunicare.

 

Spero che questo articolo sia stato di aiuto. Lascia un commento o chiedici pure qualcosa. Ti risponderemo con piacere.

 



 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

illustrazione viaggi sogni e passione